Pacentro. Trovato il corpo senza vita del maresciallo maggiore Fabio Cicone

Rinvenuto il corpo senza vita del maresciallo maggiore Fabio Cicone, disperso in montagna. E’ stato trovato lungo un sentiero del monte Amaro. Il maresciallo è stato trovato senza vita a Ponte Romana, nel comune di Pacentro, in provincia dell’Aquila, nel parco nazionale della Majella.

Fabio Cicone, maresciallo maggiore dei carabinieri della Compagnia di Castel di Sangro, molto conosciuto in Abruzzo, era un esperto alpinista. Il militare di 50 anni usciva spesso in montagna ed era solito dormire in un rifugio per poi tornare il giorno seguente a Castel di Sangro dove era comandante del Nucleo operativo e radiomobile. Era solito uscire con il suo volpino, ma questa volta non lo aveva portato perché la zona del parco dove era diretto è vietata all’accesso dei cani. Di solito il maresciallo Cicone usciva con un amico e in primo momento si era pensato che fossero in due, ma il compagno di scalate non ha mai lasciato Castel di Sangro. Sul posto hanno lavorato tre squadre del soccorso alpino e speleologico dell’Abruzzo e l’elisoccorso del 118 di Pescara. L’auto del militare è stata trovata al parcheggio di Fonte Romana.

La segnalazione è arrivata dai Carabinieri dopo il mancato rientro. Ad allertare i soccorsi è stato il fratello del maresciallo, anche lui militare, molto preoccupato dopo che non ha visto rientrare il fratello. Alle ricerche si sono aggiunti anche gli uomini del soccorso alpino della guardia di finanza di Roccaraso. Arrivata l’autorizzazione della magistratura il corpo del maresciallo è stato rimosso e il trasporto a valle.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin