Come ottimizzare gli spazi in casa senza rinunciare agli elettrodomestici

Non è raro oggigiorno trovare sempre più persone che abitano in case di piccole dimensioni. Soprattutto in città, non è facile trovare appartamenti spaziosi e quando accade non sono di certo economici.

In realtà, per chi inizia una convivenza o per chi comincia a vivere da solo avere un’abitazione piccola è più che sufficiente a soddisfare i bisogni quotidiani. L’importante è arredarla con la stessa cura che si userebbe per una superficie più grande. Il posto in cui si vive deve riflettere i gusti e la personalità di chi la abita; solo così potrà definirsi davvero “casa”.

Tuttavia, è necessario scegliere l’arredamento anche per la sua praticità. Questo non deve farci sentire limitati nella scelta! Andare alla ricerca di mobili strategici che permettano di ottimizzare lo spazio è utile anche per poter far entrare più elettrodomestici che ci aiutino nella conduzione della vita domestica.

Ad esempio, si potrebbero avere delle porte scorrevoli che permettano di collocare i mobili anche vicino ad esse senza che ne venga ostacolata l’apertura. Un’ulteriore possibilità potrebbe essere offerta dall’uso di mobili riempibili. Avere un divano o un letto con contenitori interni permette di risparmiare spazio senza dover rinunciare a determinati oggetti, come un piumone o una borsa in più.

Per risparmiare spazio si può sempre optare per dei mobili a scomparsa. In cucina, si può avere un tavolo estraibile, così come letto e scrivania possono andare e venire a seconda delle necessità! E poi è consigliabile sfruttare le pareti e l’altezza. Quindi, comprare armadio e cucina che siano alti quasi quanto la casa stessa, così da avere più spazio per riporre oggetti che ci servono saltuariamente. Inoltre, alle pareti possono essere appese delle mensole. In cucina, ad esempio, i ripiani a parete possono contenere i piccoli elettrodomestici come la macchinetta del caffè, il tostapane o la piastra per fare i muffin.

Per quanto riguarda i grandi elettrodomestici, non necessariamente bisogna fare delle rinunce o scegliere tra asciugatrice e lavastoviglie. La cosa importante è riuscire a incastrare tutto senza che la casa risulti ingolfata.

La cucina potrebbe raccogliere anche gli apparecchi destinati al lavaggio degli indumenti. Non è inconsueto trovare lavastoviglie e lavatrici nella stessa stanza, sebbene l’idea possa risultare bizzarra. Il fatto che sia inconsueto, però, non significa che sia scorretto, anzi. E se proprio non si riesce a sopportare che gli ospiti vedano la lavatrice in cucina, si può optare per un elettrodomestico a incasso. In questo modo, l’unica cosa da ammirare sarà il design del mobile scelto. La cosa importante è però consultare l’assistenza elettrodomestici per verificare che ci sia la possibilità di inserire elettrodomestici del genere nello stesso spazio e farsi consigliare sulle posizioni migliori in modo da evitare problemi con le varie centrifughe.

Insomma, vivere in una casa piccola non significa assolutamente vivere una vita tecnologicamente poco avanzata. Le comodità si possono avere. Tutto sta a saper bene organizzare gli spazi e a prediligere colori chiari e luminosi che diano l’impressione che lo spazio sia più grande del reale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin