Sciame sismico nel Sannio: scuole chiuse ad Avellino

264

In via precauzionale, il sindaco di Benevento Clemente Mastella ha disposto l’immediata chiusura di scuole e uffici pubblici. Al momento non si segnalano danni né a Benevento né in altri comuni, ma anche il sindaco di Ceppaloni, epicentro delle scosse, ha deciso la chiusura delle scuole. “Ho parlato col capo della protezione civile nazionale, Borrelli, e con Giulivi, capo di quella campana. Seguiamo da vicino l’evolversi dello sciame sismico. Ad ora nessun danno. Ho messo in preallarme la protezione civile locale. Capisco il dato emotivo. Intanto, ho fatto chiudere tutti gli uffici di mia pertinenza in modo precauzionale. Riferirò alla popolazione ogni atto che farò d’intesa con le autorità preposte”. Lo ha scritto Mastella sul suo profilo facebook. Il terremoto a Benevento ha fatto tremare il Sannio alle 11.27. La scossa di magnitudo 3.2 è avvenuta nella zona di Ceppaloni ad una profondità di all’incirca 11 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Sala sismica dell’Ingv di Roma. È la quarta scossa in poche ore di questo sciame sismico che sta colpendo il Sannio. Già ieri sera c’erano state due scosse di 2.9 e 2.2, mentre questa mattina prima delle 8 c’era stato un altro evento sismico di magnitudo 2.7. Alle 11.27 la più forte, di magnitudo 3.2.