Le perle nascoste della Sardegna da visitare assolutamente

Canyon, calette, spiagge bianchissime e mare cristallino: queste sono solo alcune delle bellezze offerte dalla Sardegna, uno scrigno che custodisce numerosi tesori da visitare almeno una volta nella vita. Gli stessi sardi su una pagina Facebook hanno votato i posti più belli della Sardegna per consentire ai turisti di stilare un itinerario completo e dettagliato.

Tra i luoghi più gettonati c’è Cala Mariolu, una spiaggia dalle sembianze caraibiche grazie ai sassolini bianchi ed al mare azzurro e trasparente nel quale ci si può specchiare. I visitatori possono raggiungere questo piccolo paradiso terrestre via mare oppure via terra percorrendo un sentiero.

Cala Goloritzè è un esempio della straordinaria creatività di madre natura che a volte si diletta in creazioni davvero artistiche e fantasiose. La caletta sorge a sud del golfo di Orosei e ha assunto la sua particolare conformazione dopo una frana del 1962. Le caratteristiche principali di questo monumento naturale sono un pinnacolo alto 143 metri ed un arco che si apre sul lato destro della baia.

Molti sardi consigliano un tour in auto lungo la strada litoranea Bosa, un magnifico tratto stradale dove si possono ammirare scorci paesaggistici, scogliere a picco e coste frastagliate dominate da un mare incontaminato. Chi vuole intraprendere questo magnifico percorso può effettuare una prenotazione dei traghetti verso la Sardegna per il 2020 con Moby, ottenendo sconti importanti sull’imbarco dell’auto e sul prezzo del biglietto. Prenotare con largo anticipo infatti è una pratica sempre più diffusa per risparmiare su un viaggio da fare in previsione dell’estate o della primavera.

Ritornando alle bellezze della Sardegna merita sicuramente una menzione la Costa Smeralda. Generalmente questa zona è associata alla mondanità ed è considerata prerogativa dei vip, ma tutti possono godere degli straordinari panorami paesaggistici e naturali, delle insenature, delle piccole spiagge e delle isole di questo tratto di costa.

La Sardegna non è solo spiagge e mare ma custodisce anche un importante lascito archeologico di migliaia di anni fa. Tra i posti più affascinanti dell’isola c’è infatti il villaggio di Tiscali, un sito archeologico che risale all’epoca nuragica. Questo antico villaggio si trova in una dolina e si può ammirarlo solo entrando all’interno della cavità tramite un’ampia apertura nella parete rocciosa. L’atmosfera è estremamente suggestiva e sembra riportare indietro nel tempo.

Anche l’entroterra sardo regala magnifici scorci di natura selvaggia ma completamente diversi da quelli considerati finora. In particolare la Barbagia è un luogo molto amato dalla popolazione sarda, una vasta regione montuosa ed aspra nel cuore dell’isola dove svetta imperioso il Gennargentu. Questo tour virtuale della Sardegna per la tappa finale approda a Stintino, una località in provincia di Sassari caratterizzata da spiagge bianche dal fondale molto basso ed una torre aragonese risalente al 1578.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin