Successo per la 7° Edizione di Taormina Gourmet

Fabrizio Carrera, vulcanico direttore della testata Cronaca di Gusto, con il suo staff ha concluso in trionfo l’edizione numero 7 di Taormina Gourmet laureando l’evento come il più importante ed atteso della Sicilia e sicuramente anche del sud Italia.
Questa edizione, spalmata su più giorni, ha visto molti eventi e seminari svolgersi fuori dal sito di Taormina e precisamente presso la prestigiosa cantina Benanti per corsi specifici di alta specializzazione e poi in vigna presso la cantina Pietradolce sull’Etna con interessanti tecniche di potatura e ancora altri seminari alla scoperta
del caffè e all’applicazione del marketing digitale al servizio del cibo e del vino presso la scuola di cucina Blu Lab Academy di Aci sant’Antonio e Radice Pura di Giarre.
I numeri sono stati, anche quest’anno, strepitosi: Master Class, Cooking Show e banchi d’assaggio delle eccellenze del food and beverage a 360 gradi.
La settima edizione si è arricchita anche del coking show Pizza dedicato alle pizze al padellino, tecnica di cottura ed impasti che da qualche anno hanno preso piede anche nella nostra isola, arricchendo l’offerta.
Il tema di questa edizione è stato il Rispetto. Rispetto per il cibo, etico e consapevole.
Il pubblico, malgrado alcuni giorni di maltempo, ha partecipato in massa gradendo e interagendo con produttori e chef. I Banchi d’assaggio, poi, hanno accolto i numerosi curiosi e appassionati del food, offrendo le eccellenze enogastronomiche siciliane e nazionali.
Le masterclass sono state tante e tutte interessanti, nota degna di attenzione la merita quella dedicata alla verticale del Pietra Marina, l’Etna bianco superiore doc, della Cantina Benanti che è stato subito sold out. Ha visto la presenza del produttore, Antonio Benanti, a rappresentare l’Azienda di Famiglia con competenza e professionalità.
Un’altra strepitosa è stata quella sui Barolo a confronto con l’Etna Rosso doc, masterclass alla cieca di 12 vini condotta da Federico Latteri e Massimo Lanza. Il primo, anche curatore della “Guida ai vini dell’Etna” edita da Cronaca di Gusto, ha condotto nella giornata di domenica i numerosi partecipanti tra i versanti e le contrade dell’Etna, descrivendo con capacità le peculiarità di ogni singolo territorio che è ormai deputato alla produzione di vini d’eccellenza.
Altra masterclass degna di nota è stata la verticale del famoso Tignanello, anche questa in lingua inglese per la gioia dei numerosi wine lovers stranieri che hanno gremito la sala.
Una bella iniziativa è sicuramente la nascita del premio Sud Top Wine dedicato esclusivamente al vino siciliano.
La settima edizione di Taormina Gourmet, chiude i battenti delle due trance tematiche Learning e Tasting e con l’ultima, Exploring, dal 28 al 31 ottobre, con una serie di escursioni mirate alla scoperta del territorio. Quest’ultima riservata solo a giornalisti e addetti ai lavori.
L’obiettivo della manifestazione è stato centrato in pieno, come rimarca il direttore Fabrizio Carrera, scoprire e valorizzare un territorio ponendo al primo posto la qualità dei prodotti che la terra offre: vino, birra e cibo.
Un grazie e complimenti a tutti i componenti di Cronaca di Gusto per il lavoro svolto e la perfetta organizzazione. Un’edizione che verrà ricordata anche per la varietà e la quantità delle iniziative svolte in più giorni, tenendo sempre alta l’asticella della qualità. Arrivederci a Taormina Gourmet 2020.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani