Viaggio in Sardegna: il fascino della Gallura e non solo

La Gallura è una delle regioni più affascinati della Sardegna, i notevoli contrasti di questa terra: i grandi villaggi turistici, spesso realizzati con raffinata architettura, le distese isolate di bassa macchia mediterranea e le foreste sughere; le affollate spiagge dall’acqua turchese e le nascoste calette, solitarie ed isolate. Le selvagge cime montane e collinari dell’interno, sormontate da imponenti monumenti naturali di granito, e città come Olbia, Tempio Pausania, La Maddalena e Santa Teresa di Gallura, moderne ma anche ricche di storia. Santa Teresa di Gallura, al centro della costa settentrionale della Sardegna, enfatizza la bellezza e l’interesse grazie al connubio di esclusivi paesaggi e di particolari eventi storici.

Per trovare idee interessanti e suggerimenti su dove trascorrere le vacanze e capire il territorio della Sardegna, ne abbiamo parlato con Antonio Fusaro di  Villaggiestivi.com che si occupa di villaggi turistici sul mare. Per vivere un’esperienza da sogno e godersi una vacanza priva di inconvenienti, la scelta di un villaggio turistico costituisce senza dubbio la scelta più indovinata, soprattutto risparmio per le famiglie, coppie e gruppi sempre con le migliori soluzioni e offerte.

Le coste di Santa Teresa

Il magnifico litorale dell’estremo nord della Gallura, e dunque della Sardegna, appartiene interamente a Santa Teresa di Gallura. La cittadina si trova al centro dell’area, e dunque appare conveniente dividere le coste teresine in Levante e Ponente.

Un consiglio a nostro avviso particolarmente utile, per effettuare la visita delle due zone o per recarsi nelle spiagge nel caso di vento medio o forte, è quello di considerarne la direzione: se spira da ovest, converrà dirigersi nella costa di Levante; se spira da est, viceversa, in quella di Ponente.

La Costa Occidentale

L’isola Municca si stende la bellissima e selvaggia scogliera di Punta Cuntessa. In alterativa, per giungervi a piedi occorre lasciare l’auto all’evidente ingresso del canale forestale, sulla strada per Capo Testa, e attraversare a piedi l’area protetta. Dalla Punta Cuntessa si ammira lo splendido panorama della Baia Santa Reparata e del Capo Testa. Le località da visitare più in basso, sul mare, tutte di ”scogliera” è la Scala Cabaddie Lu Cappeddu.

Le meraviglie di Capo Testa

La visita a Capo Testa rappresenta uno dei più importanti motivi di un viaggio in Sardegna; qui i graniti costieri sono i più belli dell’isola e di tutto il Mediterraneo. La strada passa nello stretto istmo che unisce Capo Testa alla Sardegna; si trova la bellissima Rena di Ponente o Spiaggia della Taltana (dal nome di una piccola nave che fece naufragio nel secolo scorso), di sabbia bianca e con acque turchesi. Capo Testa sulla costa, poco più avanti, si apre l’incantevole spiaggetta della Cava o della Monachina.

La Valle della Luna

Al centro di Capo Testa si trova la Valle di Cala Grande, che venne più recentemente ribattezzata Valle della Luna. Divenne famosa per la presenza assidua, soprattutto nella stagione calda, dei cosiddetti hippy e dei turisti “alternativi” che, scoperta la zona, scelsero di viverci per lunghi periodi a totale contatto con la natura. Scendere a Cala di L’Ea e a Grande è un’esperienza unica, per la suggestione ed il senso di grandiosità del paesaggio. La spiaggetta di Cala di L’Ea o Cala dell’Acqua ed il promontorio del Dinosauro, cosiddetto per la forma di una roccia che si erge isolata sulla cresta granitica, la Cala di Mezzo, sfiorando la quale si può giungere alla spiaggetta di Cala Grande.

La Costa di Rena Maiori

Percorrendo la litoranea per Castelsardo e Sassari, una volta raggiunta la vasta pineta di Rena Maiori, più a sud, sopra le insenature di Pultiddolu il dominio della bella spiaggia di Cala Baecca, meglio conosciuta come la Nicculina. Lu Pultiddolu, nella costa detta Cala Vall’Alta, segna il confine tra il territorio di Santa Teresa e quello di Aglientu. Le spiagge che si suggeriscono in questo tratto di costa sono di notevole importanza: Rena Maiori, Rena Minori, Cala dell’Acula e Cala La Piana. Sono meta, per la loro favorevole posizione e per la grande estensione, di un gran numero di turisti provenienti da Santa Teresa. Non si può cercare in questa zona una spiaggia più bella delle altre, perché ognuna ha la sua particolarità. Così come non si può assolutamente tralasciare la visita di questo eccezionale tratto costiero, tanto magnifico quanto poco conosciuto.

La Costa di La Colba

A meridione e ed occidente di Capo Testa si incontrano lunghe scogliere e piccole spiagge. Scendendo con ampia vista  si arriva alla spiaggia principale, detta La Colba, molto protetta dai venti tranne che dal maestrale, e circondata da ville ed alberghi. Più avanti, presso l’insenatura di Poltu Pitrosu, conosciuto dai teresini come Cala La Capannaccia sorge una bellissima spiaggia di sabbia finissima e un mare cristallino, ideale per le famiglie con bambini per trascorrere le vacanze in pieno relax e divertimento.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin