Gigi D’Alessio dal 18 ottobre torna con l’album “Noi due” e con Vanessa Incontrada su Rai 1

Milano. «Io scrivo quello che vedo o che sto vivendo al momento».

È la premessa fatta da Gigi D’Alessio alla presentazione del suo nuovo disco di inediti “Noi due”, in uscita venerdì 18 ottobre.

«Oggi sono nato, e anche il disco insieme a me – ha accennato – È un album ricco di collaborazioni, ci sono dodici tracce, undici inedite. Fiorella Mannoia è stata una sorta di sfida: ho scritto in macchina la canzone “L’ammore” durante le puntate di The Voice Of Italy, sono andato da lei dicendole di aver scritto questa canzone e di volerla cantare insieme a lei nel caso le piacesse, e mi ha riposto di cantarla in napoletano, se l’avessi aiutata. L’ammore cos’è: un giorno ti può regalare il mondo e quando finisce ti lascia solo le ferite».

Il cantautore ha liberato tutta la sua versatilità in questo nuovo lavoro misurandosi con diversi linguaggi sonori e spaziando tra vari generi, senza perdere la sua identità artistica.

«Oggi un album può diventare noioso ad ascoltarlo ma io ho voluto fare un disco vario – ha puntualizzato – Un’altra sfida è stata di aver fatto entrare i rapper nel mio mondo; io stimo questi artisti e non sono d’accordo che i giovani non andranno mai da nessuno parte. Ho scritto “La Milano da bere”, “Quanto amore ni dai” e “Come me” e ho chiesto a Emis Killa, Guè Pequeno e Luchè secondo loro cosa volevano fare in queste canzoni, lasciando liberare la loro creatività».

Gigi D’Alessio ha conosciuto questi tre rapper e poi ha voluto coinvolgerli in questo nuovo disco.

«Luchè l’ho conosciuto a una cena e Gue Pequeno durante The Voice Of Italy – ha ammesso – Emis Killa l’ho incontrato a Milano, una Milano che vedo io, dove non c’è più la nebbia: chi sta male, a Milano sta bene mentre al Sud sta proprio male. Milano è l’America di una volta».

Gigi D’Alessio duetta con Giusy Ferreri in “Non solo parole”.

«È la regina dell’airplay – ha confessato – L’ho voluta in una veste diversa da quella sentita di recente, sognante e allo stesso tempo romantica e sensuale: Giusy è stata al gioco, con grande rispetto per la sua personalità».

L’unica canzone edita è “Non dirgli mai (20 anni dopo)” interpretata insieme alla London Symphony Orchestra per celebrare i 20 anni dall’uscita del brano.

“Noi due” è rapprsentato sulla copertina da Gigi e la sua ombra.

«L’ombra è la mia radice, il passato che, dopo aver camminato a lungo, ci appare di fronte per poter andare lontano – ha spiegato – Come un albero che non si può allontanare dalle sue radici, anch’io ho biisogno delle mie origini per poer andare lonttano. Il napoletano è stato sdoganato».

Gigi D’Alessio non pensa proprio di andare al prossimo festival di Sanremo.

«Sono diventato italiano a Sanremo – ha rivelato – Noi nasciamo prima napoletani e sono diventato italiano da vent’anni partecipando proprio al festival. Molti snobbano il festival per la gara; no, proprio non ho in mente di fare Sanremo ma per i 70 anni un mazzo di fiori glielo devo mandare. Trovai difficoltà a trovare un direttore d’orchestra nel 2000 perché tutti mi vedevano napoletano e non italiano».

Dal 29 novembre Gigi D’Alessio sarà su Rai 1 con il nuovo programma “Vent’anni che siamo italiani” insieme a Vanessa Incontrada.

«È un ‘prime time’ con tanti ospiti, parte di queste canzoni, con orchestra dal vivo – ha fatto notare – Vanessa è in Italia da vent’anni e abbiamo giocato sul titolo con i miei vent’anni da italiano dopo lo sdoganamento da napoletano».

Dopo il successo all’Arena Flegrea, lo spettacolo “Figli di un Re minore”, con Nino D’Angelo, verrà replicato al Palapartenope di Napoli il 26 dicembre, al Mediolanum Forum di Milano il 20 gennaio e al Palazzo dello Sport di Roma il 24 gennaio.

Gigi D’Alessio sarà impegnato in un instore tour, iniziando il 18 ottobre da Roma (centro commerciale Roma Est, ore 17.30), per continuare il 19 a Eboli (centro commerciale Le Bolle, ore 17,00), 20 a Nola (centro commerciale Vulcano Buono, ore 17,00), 21 Bari (La Feltrinelli c/o centro commerciale Mongolfiera Santa Caterina, ore 18,00), 24 Formia (centro commerciale Itaca, ore 17,00), 25 Catania (La Feltrinelli c/o centro commerciale Centro Sicilia, ore 17,00), 26 Siracusa (MediaWorld c/o centro commerciale Archimede, ore 17,00), 27 Agrigento (centro commerciale Città dei Templi, ore 17,00), 28 Palermo (La Feltrinelli, ore 16.30), 30 Napoli (centro commerciale Neapolis, ore 18,00), 1 novembre Torino (centro commerciale Parco Dora, ore 17,00), 2 Bologna (centro commerciale Vialarga, ore 17,00), 3 Milano (centro commerciale Bonola, ore 17,00), 4 Stezzano (Media World c/o centro commerciale Le Due Torri, ore 18,00).

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin