I benefici dell’olio CBD

271

L’olio CBD entra nella categoria del cibo, quindi migliaia e migliaia di studi condotti negli istituti più famosi menzionano in modo inequivocabile i suoi benefici terapeutici e lo raccomandano per vari problemi legati alla salute. Non c’è bisogno di alcuna prescrizione per il suo utilizzo, ma sarebbe preferibilmente acquistarlo da fonti sicure e autorevole, come per esempio biocbdolio.it, chiedendo sempre consiglio al proprio medico di famiglia. Utilizzato per centinaia di anni dalla medicina tradizionale cinese o indiana, la pianta di cannabis, la canapa con la sua sottospecie Cannabis sativa (canapa industriale) o Cannabis indica (canapa indiana o marijuana) ha suscitato negli ultimi anni l’interesse degli scienziati, da quando le tecnologie di estrazione e separazione dei composti hanno reso possibile identificare le qualità terapeutiche del CBD, o cannabidiolo, uno dei suddetti 110 composti vegetali. Ed ora veniamo a noi e vediamo quali benefici può apportare l’olio CBD alla nostra salute.

L’olio CBD può alleviare significativamente il dolore

La canapa è stata utilizzata per trattare il dolore a partire da 5000 anni fa. Studi recenti hanno dimostrato che questa azione benefica è data dal cannabidiolo, o olio CBD. Gli organismi dei mammiferi contengono un sistema specializzato chiamato sistema endocannabinoide, che è coinvolto in molte funzioni, tra cui sonno, appetito, dolore e risposta al sistema immunitario. Gli studi hanno dimostrato che l’olio CBD può ridurre il dolore cronico, il dolore associato all’artrite reumatoide, alla sclerosi multipla o alla sciatica. Inoltre, molti altri studi ancora hanno evidenziato la riduzione del dolore associato a varie condizioni tumorali.

L’olio CBD allevia i sintomi legati al cancro

Oltre 3900 studi condotti in tutto il mondo hanno riscontrato molteplici benefici per molte forme di cancro, ottenuti grazie al consumo dell’olio CBD. Esso allevia sintomi come nausea, vomito, dolore o altre condizioni negative causate dalla chemio o dalla radioterapia.

L’olio CBD riduce l’ansia e la depressione

Di norma, l’ansia e la depressione sono trattate con farmaci che hanno innumerevoli effetti negativi, compresa la creazione di dipendenza, con possibile migrazione a sostanze stupefacenti, disfunzione sessuale, insonnia, mal di testa, agitazione, ecc. Molti studi hanno riscontrato effetti antidepressivi dopo il consumo dell’olio CBD, attraverso la sua azione stimolante dei recettori delle cellule nervose – produzione di serotonina (ormone della felicità) e dopamina.

L’olio CBD può avere azioni neuroprotettive

I ricercatori hanno scoperto che l’olio CBD può essere di grande aiuto per gli individui che hanno problemi neurologici, come la sclerosi multipla o l’epilessia. Anche se gli studi in questa direzione sono relativamente recenti, molti di essi hanno constatato, dopo la somministrazione di olio CBD, una diminuzione degli spasmi muscolari e delle convulsioni, sia nella sclerosi multipla che nell’epilessia. Altri studi ancora hanno dimostrato che il CBD può ridurre l’infiammazione e la degenerazione dei neuroni e prevenire anche i processi associati con il morbo di Alzheimer. Essendo perciò un alimento dai molteplici benefici, raccomandiamo l’olio CBD a tutti coloro che vogliono mantenere una condizione di salute ottimale, ma anche e soprattutto a quelli che devono affrontare sfide come quelle menzionate in precedenza.