Polizia locale. A Malpensa un servizio speciale fino a fine ottobre

Ha preso avvio a fine luglio e si concluderà a fine ottobre, con la riapertura dell’aeroporto di Linate, il servizio speciale della Polizia locale di Milano a Malpensa, nelle aree degli arrivi e delle partenze del Terminal 1.

L’assistenza e il controllo viabilistico, sette giorni su sette dalle ore 6 alle ore 23, costituiscono la principale attività dei sei agenti più un ufficiale della Polizia locale a supporto dei colleghi di Ferno e Lonate Pozzolo: nelle prime quattro settimane sono stati circa 500 i rilievi per divieto di sosta.

“Un servizio prezioso quello che stanno prestando i nostri agenti della Polizia locale di Milano presso Malpensa – commenta la vicesindaco e assessora alla Sicurezza Anna Scavuzzo –, a maggior ragione in queste settimane di grande traffico aereo. Le capacità e l’esperienza sono e saranno certamente di aiuto ai colleghi già operativi in aeroporto e per questo voglio ringraziarli per il servizio che stanno rendendo a centinaia di migliaia di turisti in viaggio”.

Dai controlli effettuati dalla Polizia locale di Milano sono state anche intraprese 4 denunce, recuperati tre bagagli e sei portafogli smarriti: uno, in particolare, apparteneva a uno steward cui è stato riconsegnato sulla scaletta dell’aereo mentre si imbarcava.

Un aiuto speciale è stato infine dato a due ragazze uruguaiane che, a causa di un ritardo sul volo che le aveva portate a Milano, avevano perso la coincidenza per Madrid e, di conseguenza, quella dalla capitale spagnola per tornare a Montevideo. Le ragazze, Delfina e Dolores, grazie all’aiuto della Polizia locale di Milano hanno potuto contattare i propri genitori e sono state poi assistite nel trovare una sistemazione per quella notte, a cui non sapevano di avere diritto, e i voli necessari per le giornate successive. Di ritorno in Uruguay, hanno inviato agli agenti un ringraziamento speciale: “We want to send you a special thanks and tell you that we loved Milan because of the kind of people we met”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin