I grillini vorrebbero un voto online entro la prossima settimana: elezioni subito

132

Il vice segretario Andrea Orlando irride i grillini. “Abbiamo risolto i problemi del governo, adesso dobbiamo risolvere i problemi di Di Maio”. Le delegazioni di M5S e Pd si incontreranno per trattare del programma di governo condiviso oggi alle 8.30.

La trattativa rimane in bilico

I dem vedono però l’annuncio del voto su Rousseau come “uno sgarbo” al presidente Sergio Mattarella e agli italiani. Il Pd considera la votazione sulla piattaforma Rousseau annunciata sul Blog delle Stelle come un modo per prendere tempo, oltre che come un “grave sgarbo istituzionale”. “Rischia di saltare tutto, perché Di Maio è tornato a rivendicare la vice presidenza del Consiglio” dicono fonti Pd. Il Pd, ritenendo Giuseppe Conte un grillino, vorrebbe un solo vice premier, escludendo Di Maio, così da alzare la bandiera della discontinuità.

Il colpo di scena

La giornata si è chiuso con un annuncio “surreale”. Il post è firmato da Luigi Di Maio. “Il Presidente Mattarella completerà il secondo giro delle consultazioni e ascolterà le valutazioni dei gruppi parlamentari. Il M5S ha messo sul piatto dieci punti per l’Italia come base per qualsiasi discussione. Il confronto tra le forze politiche su questa base sarà portato avanti dal presidente del Consiglio che eventualmente potrebbe essere incaricato dal Presidente Mattarella. Alla fine di questo percorso ci sarà una proposta di progetto di governo che sarà stata condivisa tra le forze politiche che intendono entrare in maggioranza. Prima che venga sottoposta al Presidente della Repubblica, questa proposta sarà votata online su Rousseau dagli iscritti del M5S. Solo se il voto sarà positivo la proposta di progetto di governo sarà supportata dal M5S. Il voto dovrebbe avvenire entro la prossima settimana”. Non ci sono dubbi. Elezioni subito per fare tornare la politica vera e ridimensionare l’anomalia grillina. All’Italia servono forze politiche concrete e capaci di Governare il Paese.