Venezia. Un milione per nuove giostrine da posizionare nei giardini delle scuole

141

La Giunta comunale di Venezia ha approvato, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto, il progetto definitivo, per un importo complessivo di 1 milione di euro, degli interventi straordinari presso gli scoperti scolastici in tutte le scuole di Venezia Centro Storico e isole di Lido, Pellestrina, Burano, Murano e Sant’Erasmo. “Le aree gioco degli scoperti scolastici del Comune di Venezia – commenta Zaccariotto – sono concentrate negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, la cui dotazione di giochi è però purtroppo tutt’altro che omogena. Questo è dovuto in parte allo spazio a disposizione nelle strutture che ospitano le scuole ma anche dal periodo in cui sono stati installati i giochi, dall’esposizione degli stessi alle intemperie, dal numero di bambini che le utilizzano e da una serie di altre variabili minori. Da quando ci siamo insediati abbiamo dedicato moltissime risorse e investimenti nella manutenzione delle scuole, nel garantirne il decoro e la sicurezza preoccupandoci che tutte ottenessero il Certificato Prevenzione Incendi”.

“Non solo, siamo intervenuti sulle strutture per garantirne la stabilità, sul rifacimento dei tetti, delle scale, dei bagni, dei serramenti e sulla dipintura e sull’allestimento interno. La situazione che avevamo ereditato dal passato ci consegnava strutture che negli anni erano state abbandonate così come accadeva agli scoperti scolastici attrezzati circa 15/20 anni fa e non più mantenuti. Tra l’altro nella maggior parte dei casi i giochi sono stati installati prima dell’entrata in vigore delle normative UNI EN 1176 e 1177 che prevedono l’uso della pavimentazione antitrauma sotto i giochi di altezza di caduta superiore ai 100 cm e ne sono pertanto privi. Con questa delibera – continua Zaccariotto – andremo a sostituire e inserire nuove attrezzature nelle aree gioco andando, dove ce ne fossero le necessità, a sostituire le pavimentazioni antitrauma e di altri elementi di arredo urbano. Tutti interventi in sinergia con le insegnati in modo che sia installato veramente quello che serve ai bambini senza che nulla venga calato dall’alto. A questa delibera ne seguirà una seconda per un altro milione di euro, che sarà destinato agli scoperti scolastici della Terraferma”.

Nello specifico, con questa decisione di Giunta, si interverrà su 32 scoperti scolastici: in particolare a Venezia negli Asili nido “Gabbiano”, “Onda”, “S. Provolo”, “Arcobaleno” e “Ciliegio”, nelle scuole dell’Infanzia “Comparetti”, “Duca d’Aosta”, “25 Aprile”, “Sant’Elena”, “A.Diaz”, “S. Teresa”, “D.Valeri”, “S. Francesco”, “Glicine” e “Munari” e nelle scuole Primarie “Zambelli”, “Manzoni”, “G.Gallina”, “R. Michiel”, “Canal”. Al Lido invece si interverrà negli asili nido “Sole” e “Delfino”, nelle scuole dell’Infanzia “S.G. Bosco”, “Rodari” e “Ca’ Bianca” e nelle scuole Primarie “Penzo”, “Giovanni XXIII” e “Parmeggiani”. A Burano si posizioneranno giostrine nella scuola dell’Infanzia “Maria Letizia” e alla Primaria “Di Cocco”. Infine a Pellestrina si interverrà nelle scuole dellinfanzia “Zendrini” e in quella di “San Pietro in Volta”.