Gli alimenti che saziano: ottimi per la dieta

Piuttosto che parlare di cibi brucia grassi o leggeri, conviene spostare la vostra attenzione su quegli ingredienti che riempiono lo stomaco e vi aiutano a far arrivare prima la sensazione di sazietà. Riuscite a mangiare meno se preferite alimenti che vi aiutano a evitare le abbuffate e quindi perdere peso più in fretta.

I cibi e gli alimenti che contengono grosse quantità di zuccheri, come quelli confezioni fanno esattamente l’opposto, cioè scatenano la fame perché fanno aumentare la produzione di insulina. Fate click su www.mantenersinforma.it per trovare altri utili conigli per la vostra dieta.

I prodotti integrali

Per iniziare, chiariamo subito che i cereali e i derivati dei cereali non sono nemici della linea poiché rappresentano un importante fonte di proteine e anche di carboidrati di cui l’organismo necessita. Per consumare meno derivati dei cereali, preferite quelli integrali. La differenza con le farine raffinate sta nella presenza della crusca, cioè la parte che protegge il germe.

Questa parte è ottima per riempire lo stomaco, mangiando quindi di meno, ma anche per facilitare il transito intestinale.

La frutta secca

Quando avete fame prima del pranzo o della cena, mangiate un po’ di frutta secca come le mandorle che riempiono lo stomaco e sono una fonte importante di fibre e omega 3.

Le uova

Sfatiamo il falso mito per cui le uova fanno aumentare il colesterolo. Sono prodotti sicuri, genuini e che costano anche poco. Un uovo è leggero poiché ha solo 70 calorie e un alto potere saziante. Ricco di vitamine, proteine e antiossidanti, l’uovo va sempre incluso nei vostri menù dietetici.

L’orata

Tutto il pesce, in particolare quello azzurro e nostrano, va bene per la vostra dieta, ma le orate sono ottime per tardare il senso di fame.

Le lenticchie

I legumi sono perfetti nei regimi dietetici, soprattutto per preparare zuppe di verdure per la cena. I legumi costano poco e il nostro Paese è ricco di varietà locali. Le lenticchie, in particolare, vi saziano e sono un’ottima fonte naturale di fibre.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin