Savona. Domenico Massari entra nel locale dove Deborah Ballesio stava cantando e spara

280

Sparatoria a Savona nella notte. Un uomo ha ucciso l’ex moglie che stava cantando al karaoke. Il killer ha sparato una raffica di colpi di pistola tra la folla in un locale. Cinque l’hanno raggiunta uccidendola. Gli altri due proiettili hanno ferito gravemente altre due donne e sfiorato una ragazzina. Sono stati attimi di terrore sabato sera nel ristorante dei Bagni Aquario di Savona, teatro di una sparatoria intorno alle 22.30. Domenico Massari, ex carabiniere di 48 anni, è entrato nel locale dalla spiaggia e ha sparato tra la gente riunita nel ristorante per la serata di intrattenimento. Dopo aver sparato è fuggito armato di pistola ed è ricercato dalle forze dell’ordine. Deborah Ballesio, 40 anni, originaria della Val Bormida, è stata raggiunta da 5 colpi, mentre stava animando la serata, ed è morta all’istante. Nel locale si è scatenato il panico con il conseguente fuggi fuggi. Altri due colpi hanno ferito una donna di 62 anni, trasportata all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure con un proiettile nella gamba. Un’altra donna è grave, anch’essa trasportata in codice rossa al Santa Corona ed è in rianimazione. Una ragazzina colpita di striscio nella sparatoria è stata accompagnata all’ospedale San Paolo insieme ad una donna incinta in stato di choc. Al momento della sparatoria erano presenti 40 persone nel locale. Un femminicidio annunciato. Tra la coppia, infatti, c’erano stati momenti di tensione anche in passato. Nel 2015 Massari aveva dato fuoco al night Follia ad Altare, gestito dalla ex. Per quella vicenda aveva patteggiato una pena di tre anni e due mesi. Ma prima ancora, in seguito a una denuncia della donna, era stato condannato per stalking e nei suoi confronti era stato emesso un divieto di avvicinarsi a lei.