Matteo Salvini pronto a rafforzare la pace fiscale: nuove misure per cittadini e imprese

Buone notizie per i contribuenti italiani. Si profila una nuova “pace fiscale”. “Il decreto fiscale collegato alla scorsa manovra è stato scritto nei nostri uffici, mio e di Garavaglia, e ha avuto risultati assolutamente ottimi, con 38 miliardi di cartelle lavorate, 21 miliardi di incassi previsti e 1 milione e 700 mila” contribuenti interessati. “Proprio per questo lavoriamo alla ‘pace fiscale 2’ e abbiamo iniziato una serie di elaborazioni”.

Ad annunciarlo il sottosegretario al Mef, Massimo Bitonci sottolineando che da lì possono arrivare coperture per la prossima manovra, anche se “una tantum”. La Lega ha allo studio comunque un corposo “pacchetto fiscale”.

Matteo Salvini nelle nuove misure potrebbe fare rientrare oltre alla pace fiscale 2, con il saldo e stralcio per le imprese, anche l’azzeramento dei costi per le piccole transazioni con carte e bancomat, altre misure per la definizione del contenzioso, l’emersione del contante. Tra le ipotesi si starebbe ancora valutando anche una versione ‘light’ della dichiarazione integrativa speciale, senza scudi penali o per i capitali all’estero.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin