Teramo. Trovato il corpo del quindicenne Mohamed disperso in mare a Giulianova

235

Il cadavere era nei pressi del fanale rosso del porto, fanno sapere alla Direzione marittima di Pescara. Il ragazzino di 15 anni era scomparso da lunedì scorso quando era andato al largo con un amico, poi ritornato a riva a nuoto. I due si erano ritrovati in mare con le acque agitate a Giulianova (Teramo). Il ragazzo si era avventurato in mare a bordo di un materassino. Mohamed si era allontanato in acqua su un materassino gonfiabile ma, mentre l’amico era riuscito a tornare a riva, nonostante il mare forza 3, di lui si erano perse le tracce nel pomeriggio di lunedì.  Nelle ricerche, compiute anche di notte, sono state impegnate motovedette della Capitaneria di Porto, insieme a guardia di finanza, sommozzatori e un elicottero dei vigili del fuoco, personale dei soccorsi speciali Smts-Opsa della Croce Rossa, con moto d’acqua e gommoni. Mohamed, studente di scuola media, viveva da qualche anno a Teramo con la madre. Insieme all’amico lunedì aveva raggiunto Giulianova Lido in autobus per trascorrere il pomeriggio sulla spiaggia. Poi la tragedia.