Trento. Spini: sarà presto completata via Masadori

Sarà presto completata via Masadori, un tratto di strada tra via Vienna e via Monaco, a Spini di Gardolo, a servizio del centro abitato e della zona industriale del sobborgo. Il servizio Opere di urbanizzazione primaria ha redatto il progetto esecutivo dell’opera per un importo complessivo di 400.000 euro. I lavori potranno iniziare nell’autunno del 2019 e saranno realizzati in 150 giorni naturali e consecutivi. Il gruppo di direzione lavori sarà composto da personale del Servizio Opere di Urbanizzazione Primaria, ad esclusione della sicurezza affidata a tecnico esterno.

Sarà presto completata via Masadori, un tratto di strada tra via Vienna e via Monaco, a Spini di Gardolo, a servizio del centro abitato e della zona industriale del sobborgo. Il servizio Opere di urbanizzazione primaria ha redatto il progetto esecutivo dell’opera per un importo complessivo di 400.000 euro. I lavori potranno iniziare nell’autunno del 2019 e saranno realizzati in 150 giorni naturali e consecutivi. Il gruppo di direzione lavori sarà composto da personale del Servizio Opere di Urbanizzazione Primaria, ad esclusione della sicurezza affidata a tecnico esterno.

L’intervento prevede la realizzazione di un tratto di strada della lunghezza di circa 200 metri e della larghezza di circa 18 metri. Partendo da nord, la sezione stradale è composta da una pista ciclopedonale della larghezza di 3 metri, un’aiuola con alberata di 1,50 metri di larghezza, una fascia di 22 parcheggi a cassetta larga 2,25 metri e la strada a due corsie della larghezza di 7 metri. Il tutto sarà completato da una zona a verde con alberata (acer platanoides) della larghezza di circa 4 metri. I percorsi pedonali provenienti da via del Loghét si raccorderanno in modo armonico con il nuovo percorso ciclopedonale. Il nuovo tracciato stradale sarà raccordato altimetricamente con la strada esistente formando una lieve pendenza. Il progetto prevede la regimentazione delle acque meteoriche con pozzetti caditoia e piccoli tratti di collettori confluenti nel collettore esistente.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin