Le regole del trasloco perfetto: tienile sempre a mente!

236

Impazzire quando si sta per traslocare è facile, vero? Forse quel che ti manca è un pizzico di organizzazione, che ti potrebbe aiutare per una gestione migliore di tutte le incombenze che ti attendono quando sei in procinto di cambiare casa. Tieni presente, per esempio, che se nella tua abitazione ci sono animali o piante devi avere delle accortezze particolari nei loro confronti. Cani e gatti potrebbero non vivere bene il passaggio da una casa all’altra: soprattutto i primi tendono a soffrire ogni cambiamento, e per questo motivo vanno preparati in modo adeguato. Il trasloco stesso potrebbe essere fonte di disagio per gli animali domestici: non devi sottovalutare, allora, l’ipotesi di portarli altrove per qualche giorno, magari facendoti aiutare da un amico o un parente, ma anche rivolgendoti a una pensione. Per quel che riguarda le piante, l’impegno principale è quello di non stressarle troppo, cercando di minimizzare il tempo in cui rimarranno al chiuso e al buio all’interno del furgone che gestirà il loro trasporto.

Le incombenze burocratiche

Un trasloco comporta un grande assortimento di adempimenti burocratici da cui, purtroppo, non ci si può sottrarre. Il riferimento è, in particolare, alle utenze. Per quel che riguarda il telefono, per esempio, è necessario avvertire il gestore almeno 30 giorni prima di cambiare casa, anche se ci possono essere differenza in tal senso tra un gestore e un altro.

Il cambio di residenza

Il cambio di residenza è obbligatorio sempre, sia che si vada da una regione a un’altra, sia che ci si sposti di un paio di numeri civici rimanendo sempre sulla stessa strada. Per procedere è necessario rivolgersi all’anagrafe, avendo cura di preoccuparsene con non meno di venti giorni di anticipo. Il fornitore dell’elettricità, a sua volta, dovrebbe essere avvisato tre settimane prima. Stesso iter da rispettare per la fornitura dell’acqua, a meno che non si viva in condominio: in questo caso non c’è bisogno di disdette.

Quali documenti vanno aggiornati

Per fortuna quando si cambia casa non è necessario aggiornare e modificare tutti i documenti. La carta di identità, per esempio, conterrà le nuove informazioni solo quando sarà rinnovata, e lo stesso dicasi per il porto d’armi. Il passaporto e il libretto di lavoro, invece, presuppongono un aggiornamento automatico.

I servizi di Cavanna

Una ditta di traslochi che da più di un secolo assicura professionalità e serietà è Cavanna: come si può leggere sul sito web www.cavanna.it, si tratta di una realtà che vanta esperienza e tecnologie avanzate. Tra i punti di forza di questa azienda c’è la disponibilità di un reparto di imballaggi molto attrezzato, mentre le attività aggiuntive previste includono la fornitura di materiale da imballo, il noleggio di piattaforme aeree e la richiesta di permessi per l’occupazione di suolo pubblico (un’incombenza burocratica che non va mai dimenticata).

Come garantire lo spostamento dei mobili

Nel caso in cui ci si occupi in prima persona di smontare i mobili e non si abbia intenzione di affidare questo compito allo staff della ditta di traslochi, un buon accorgimento è quello di realizzare su un foglio di carta uno schizzo che permetta di tenere a mente la posizione dei ripiani, dei cassetti, delle ante e di tutti gli altri particolari. La ferramenta e le viti devono essere conservate con estrema attenzione, perché il più piccolo errore potrebbe rendere il montaggio successivo un vero e proprio inferno. Quando occorre mettere un mobile di fianco a un altro, vale la pena di mettere in mezzo un grande cartone o una coperta, sempre che le due superfici non siano direttamente a contatto in quanto lisce. I pezzi lunghi, in occasione del trasporto, vanno collocati in verticale e ben ancorati alla parete del veicolo.