Copa America 2019: il torneo più asiatico di sempre

Si gioca in Brasile la Copa America 2019, uno dei tornei di calcio estivi più attesi. L’edizione di questo anno si tiene nel Paese di Neymar, ma lui è il grande assente. Tra le protagoniste più attese c’è l’Argentina di Messi pronta a spezzare la maledizione delle finali. Il Cile è campione in carica e ci riprova per la 46.a edizione del torneo. Si sfidano 10 nazionali sudamericane più Giappone e Qatar. E’ la Copa America più asiatica di sempre con due nazionali asiatiche invitate ed i riflettori del calcio asiatico puntati. Il torneo regala emozioni ed è seguito da scommettitori da tutto il mondo inclusi bookmaker da ogni angolo del globo. Molto attive le agenzie di scommesse sportive dell’Asia che guardano sia al Qatar sia al Giappone. Grande interesse attorni ai nipponici. In tanti dal continente asiatico faranno login sbobet per scommettere sulla Copa sudamericana.

La Copa America 2019 edizione numero 46

Il torneo continentale organizzato dalla Conmebol inizia oggi e andrà avanti fino al 7 luglio in Brasile. La Nazione ospita la manifestazione per la quinta volta. Detentore del titolo è il Cile, che ha vinto le ultime due edizioni (2015 e 2016, in entrambi i casi battendo in finale l’Argentina ai calci di rigore). Cinque le città che ospitano le sfide: Salvador de Bahia, Rio de Janeiro, San Paolo, Belo Horizonte e Porto Alegre. Partita inaugurale è Brasile-Bolivia all’Estadio Morumbi di San Paolo. La finale il 7 luglio sarà nello storico Maracanà di Rio de Janeiro. Gli altri stadi in cui si gioca sono il Mineirao di Belo Horizonte, l’Arena Fonte Nova di Salvador de Bahia, l’Arena do Gremio di Porto Alegre e l’Arena Corinthians di San Paolo.

Partecipano alla Copa America 12 squadre, divise in tre gironi da quattro squadre ciascuno. Al termine della fase a gironi, si qualificano ai quarti le prime due di ogni gruppo e le due migliori terze. In caso di arrivo a pari punti nel girone, i criteri di cui si tiene conto sono, nell’ordine, differenza reti, maggior numero di gol segnati, scontro diretto, sorteggio.

Sono dieci le appartenenti alla Conmebol: Argentina, Brasile, Cile, Uruguay, Paraguay, Perù, Bolivia, Ecuador, Colombia, Venezuela. Poi ci sono altre due invitate che vengono dalla confederazione asiatica. Sono Giappone e Qatar. Per la prima volta non parteciperà nessuna squadra appartenente alla Concacaf, dopo che il Mexico aveva preso parte a tutte le edizioni dal 1993 al 2016 e con gli USA, inizialmente invitati, che hanno rinunciato per il concomitante impegno in Gold Cup.

Gruppo A: Brasile, Bolivia, Venezuela, Perù
Gruppo B: Argentina, Colombia, Paraguay, Qatar
Gruppo C: Uruguay, Ecuador, Giappone, Cile

Le squadre favorite

Per le agenzie di scommesse sportive il favorito è il Brasile. Gioca davanti al proprio pubblico e ha tanta fame di successi. C’è anche l’Argentina di Messi, che dopo due sconfitte di fila in finale va a caccia di un successo che manca dal 1993. Il Cile campione in carica punta alla finale. Attenti anche ad Uruguay e Colombia, ricche di talento.

Mancherà Neymar bloccato dall’infortunio alla caviglia. Messi vuole spezzare la maledizione e portare a casa un successo che lo aiuterebbe anche nella corsa al Pallone d’Oro. Ci sono anche Aguero e Di Maria, Dybala, de Paul, Pezzella e Lautaro Martinez. Cavani-Suarez dell’Uruguay ma anche Godin, Vecino e Bentancur, i colombiani James Rodriguez e Falcao, senza dimenticare Duvan Zapata, Muriel e Cuadrado.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin