La Città aderisce al Torino Pride

268

Sabato 15 giugno, con partenza da corso Principe Eugenio e fino a piazza Vittorio, si snoderà la parata del Torino Pride, un evento di interesse regionale, al tempo stesso commemorazione e occasione di festa, capace di attrarre un vasto pubblico a favore del superamento delle discriminazioni e dei pregiudizi. La Città di Torino, da diversi anni, promuove e sostiene iniziative atte a consentire il confronto intorno alle tematiche delle politiche di genere anche attraverso la valorizzazione di idee e progetti che possano coinvolgere la cittadinanza. Si intende così contribuire alla formazione di una coscienza collettiva sul contrasto alla discriminazione, sulla parità e il riconoscimento dei diritti civili. Anche quest’anno la Città aderisce formalmente al Torino Pride che, di consuetudine, si svolge in concomitanza con la “Giornata mondiale dell’orgoglio LGBT” (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans e Transgender), celebrata ogni anno in tutto il mondo in memoria della “rivolta di Stonewall”, di cui quest’anno ricorre il 50° anniversario. “È un grande orgoglio vedere il Pride attraversare le strade della nostra città” – sottolinea l’assessore ai Diritti Marco Giusta -. “Quest’anno ricorrono i 50 anni della rivolta di Stonewall, momento in cui la lotta individuale diventa lotta collettiva, istanza di visibilità e riconoscimento. Quest’anno la riflessione si sposta sulle barriere, sui confini, sui limiti. Frontiera può essere quella tracciata su una mappa, un mare, un pregiudizio, una norma, un ruolo imposto. Superando i limiti il viaggio diventa uno spostamento di corpi negli spazi, nelle culture e nelle possibilità, corpi che transitando pongono interrogativi, sollevano questioni, rivelano spesso contraddizioni. Per questo credo sia sempre attuale il Pride con i suoi 50 anni di storia.” Il Pride a Torino è organizzato dall’Associazione “Coordinamento Torino Pride GLBT” ed è costituita da associazioni LGBTQI+ di tutto il Piemonte insieme a realtà non LGBT impegnate nel sostegno dei valori della laicità e del rispetto e della valorizzazione delle differenze. Persegue rapporti di confronto e dialogo con le Amministrazioni pubbliche, le istituzioni politiche e sindacali, le rappresentanze della pubblica istruzione e delle fedi religiose, ricerca lo scambio e la sinergia con le realtà dell’associazionismo sociale, studentesco, giovanile e del movimento delle donne. “Non possiamo che accogliere favorevolmente il riconoscimento che la Città di Torino esprime verso il Torino Pride attraverso le parole dell’assessore Giusta e per questo lo ringraziamo – sottolinea la coordinatrice del Torino Pride, Giziana Vetrano -. Crediamo fortemente che la strada giusta da perseguire sia quella del dialogo e delle sinergie tra le varie realtà, istituzionali politiche o associative. Solo attraverso l’unione di intenti si possono ottenere quei diritti civili e sociali che rendono la società inclusiva e giusta nei confronti delle persone senza discriminazione alcuna”. La Città ritiene strategica la collaborazione con l’Associazione “Coordinamento Torino Pride GLBT” in quanto espressione democratica della comunità GLBT che contribuisce a rendere la nostra città accogliente e capace di superare ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. Per queste motivazioni la Città, con l’Area Giovani e Pari Opportunità, intende stipulare una convenzione con l’Associazione della durata di tre anni per l’organizzazione e la realizzazione del Torino Pride, manifestazione di celebrazione della Giornata dell’orgoglio LGBTQI. A partire da questa convenzione, la Città di Torino intende erogare per il triennio 2019 – 2021 all’Associazione COORDINAMENTO TORINO PRIDE, un contributo di 3mila euro annui per la realizzazione dell’evento.