Crisi di governo più vicina: elezioni a settembre?

La crisi di governo è sempre più vicina. Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Luigi Di Maio. I tre sono al limite, soprattutto i due grillini. Il presidente Sergio Mattarella si prepara all’eventualità della caduta del Governo grillino.

“Il capo dello Stato ha una priorità assoluta – scrive Libero Quotidiano – ovvero che venga approvata una manovra il prossimo autunno con un governo solido, ben in sella. In ballo c’è la tenuta dei conti pubblici e soprattutto è fondamentale evitare l’esercizio provvisorio”.

Il Presidente quindi ragiona su un voto a settembre, nella seconda metà del mese per la prima volta nella storia della Repubblica. Le Camere dovranno essere sciolte nella seconda metà di luglio. Dopo il voto sarebbe compito del nuovo Governo Salvini varare una finanziaria. Il secondo scenario è che sia il governo gialloverde ad accollarsi la manovra, come ultimo atto prima di fare venire meno la collaborazione Lega-M5s. Ma sembra impossibile una convivenza fino all’autunno, sembra ingestibile affrontare una manovra con una maggioranza in cui lo scontro è all’ordine del giorno.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin