Bastiglia in lutto. Morto Vittorio Zucconi, giornalista e scrittore

Si è spento a 74 anni Vittorio Zucconi, giornalista e scrittore. A dare la notizia è stata Repubblica. Nato a Bastiglia in provincia di Modena ha studiato a Milano dove si è laureato in lettere.

Il giornalista ha iniziato la sua carriera nei primi anni Sessanta come cronista di nera al quotidiano La Notte di Milano. Poi la sua lunga attività di corrispondente dall’estero prima alla Stampa (Bruxelles e poi Washington) e poi a Repubblica (Parigi) e per il Corriere della Sera (Mosca). Dal 1985 si trasferisce negli Stati Uniti, a Washington. Lì viveva ancora adesso.

Zucconi era stato anche direttore dell’emittente Radio Capital fino al 2018. Lo scrittore era malato da tempo. Dal 1969 era sposato con Alisa Tibaldi. Vicino a lui fino all’ultimo momento anche i figli Chiara e Guido e i sei nipoti. Tutti vivono negli States.

Gian Carlo Muzzarelli sulla scomparsa del giornalista: “Un modenese con radici profonde e sguardo lontano”

“Ho appreso con grande dolore che è morto Vittorio Zucconi. È stato un grande modenese, e un grandissimo giornalista”. Lo afferma il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli nel messaggio di cordoglio per la scomparsa del giornalista.

“Zucconi non era mai banale, e nei suoi articoli – ricorda Muzzarelli – c’era sempre una grande acutezza, lucidità e un’ironia sferzante che lo rendeva davvero speciale. E’ stato un modenese con radici profonde e sguardo lontano, inviato straordinario, e da ogni angolo del globo ci ha raccontato il mondo che cambiava, mantenendo sempre un forte legame con la sua città, in cui tornava ogni volta che gli impegni glielo consentivano. Modena – conclude il sindaco – lo ricorderà come merita, come ricorda suo papà Guglielmo”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin