Economia aziendale: avere un e-commerce può incrementare le vendite?

Ormai è opinione comune che, per ottimizzare il business di un’attività di vendita, sia fondamentale aprire un sito di e-commerce. Così facendo, si spalanca una finestra sul mondo, nel senso che si ha la possibilità di raggiungere una platea molto più estesa rispetto a quella a cui si potrebbe arrivare solo con un negozio tradizionale. Ma che cosa bisogna fare per essere certi che il negozio online assicuri i risultati auspicati e garantisca una resa immediata?

Progettare una strategia

Possedere un e-commerce non è di per sé una garanzia di successo, perché c’è comunque bisogno di impostare una strategia ben precisa e di pianificare ogni dettaglio. Tutti gli investimenti devono essere diretti a uno scopo, e tra gli strumenti di cui non si può fare a meno ci sono anche quelli informatici. Il miglior software ecommerce che sceglierete per la vostra attività, pertanto, deve essere affiancato da una strategia di marketing accurata: tramite essa si può capire in che modo il negozio online deve essere costruito, ma anche che cosa si deve fare per consolidare e promuovere la propria brand reputation e intercettare sul web nuovi clienti.

Gli obiettivi da raggiungere

I compiti da pianificare non sono certo pochi, poiché ci si deve impegnare per capire come stimolare le vendite, quali meccanismi sfruttare per attirare l’attenzione di nuovi clienti e come operare per riuscire a fidelizzare i clienti vecchi. Questi ultimi, una volta conquistati, non possono essere considerati acquisiti per sempre, ma vanno comunque protetti e – in un certo senso – coccolati. Le professionalità da coinvolgere, pertanto, sono molteplici: c’è bisogno di esperti di web writing, di web design, di comunicazione, di marketing, e così via. Ma non è tutto, perché a meno di non voler occuparsi di ogni aspetto in prima persona occorre anche affidarsi a uno staff che gestisca il customer care, che curi gli invii e gli ordini, che mantenga i contatti con la clientela, eccetera.

Ne vale la pena?

Viste tutte le incombenze da affrontare, vien quasi spontaneo domandarsi se valga davvero la pena di fare tutt questa fatica per avviare e tenere aperto un e-commerce. La risposta è affermativa, ma solo a condizione che si sia disposti a curare il sito e a farlo rendere al massimo. In effetti, un negozio online ha il pregio di riuscire a ridurre in maniera notevole i costi della propria attività. Non è sbagliato ipotizzare, per altro, di chiudere del tutto il punto vendita fisico per concentrarsi unicamente sull’online: così facendo non ci sarebbero più i costi relativi all’affitto del locale, al suo allestimento, al suo arredamento, eccetera.

I benefici offerti dagli e-commerce

Un altro aspetto degli e-commerce che forse non viene messo in evidenza abbastanza riguarda il fatto che essi sono sempre aperti e attivi: in altre parole, possono vendere a qualunque ora del giorno e della notte, come un negozio che non abbassa mai la serranda. Non c’è bisogno dell’assistenza di un addetto: se un cliente vuol portare a termine un acquisto nel cuore della notte, non solo è libero di farlo, ma può riuscirci nel giro di pochi secondi e con pochi clic. Le vendite sono senza limiti, insomma.

I dati forniti dai clienti

Se si gestisce un negozio online, infine, si ha a disposizione una grande mole di dati che può essere sfruttata a proprio vantaggio: si tratta di informazioni preziose che sono state fornite volontariamente dai clienti e che devono essere raccolte ed elaborate. L’obiettivo è quello di migliorare l’offerta e di assecondare le aspettative dei consumatori, intercettando le loro esigenze e andando incontro ai loro gusti. Tutti ne traggono vantaggio: i clienti vengono accontentati, e chi gestisce il sito e-commerce vede crescere le vendite.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin