Il Catania dalla doppia faccia, fa impazzire i tifosi

Strabiliante vittoria, al Massimino mercoledì 15 scorso, dove abbiamo visto il più bello della stagione nel momento più delicato, il Catania rifila quattro reti alla Reggina conquistando con merito il passaggio del turno. Uno strepitoso Sarno al 17’, dopo un’azione personale, segna il gol del vantaggio. La Reggina, però, ha risposto subito con un gol in contropiede, al 19’, di Salandria su assist di Doumbia. Poi l’autorete di Gasparetto, a segno Di Piazza e Marotta confezionano un passaggio del turno, ma soprattutto una prestazione perfetta, di un atteggiamento propositivo ed autoritario, come tutti i tifosi chiedono ai rossazzurri. Vano il gol di Salandria per una Reggina poco concreta ed impotente davanti alla determinazione rossazzurra.

Non era di certo questo l’anno in cui i tifosi amaranto si sarebbero aspettati di ritornare in serie B ma, dopo un buon finale di stagione, pensavano che il sogno potesse diventare realtà.

Il match valido per il secondo turno dei play-off, ha dato un responso amaro per la squadra di Cevoli. Quest’ultima, dopo il passaggio del turno ottenuto negli ultimi minuti contro il Monopoli, non è riuscita a ripetersi contro i rossoazzurri. Per di più, gli uomini di Sottil hanno tenuto il pallino del gioco per tutta la partita e il risultato è una logica conseguenza.

Quindi, dopo la vittoria con la Reggina e passaggio al primo turno del playoff nazionale, il Catania testa di serie con Pisa, Imolese, Viterbese e Catanzaro, il sorteggio gli aggiudica, il Potenza.

Ma ecco la doppia faccia del Catania, che fa impazzire i tifosi.

Domenica scorsa, in campo Potenza Catania. Una vittoria che sfuma sui titoli di coda. Peccato, avrebbe dato ai rossazzurri l’opportunità di gestire meglio il match di ritorno. Ma, l’1-1 maturato a Potenza, consente agli uomini di Sottil, di sperare di passare il turno al Massimino, anche con un altro pareggio. Ma guai a chiudersi.

Finisce 1-1 la sfida tra Potenza e Catania, valevole per l’andata dei quarti di finale di playoff di Serie C. Gli ospiti, dopo 8 minuti, sblocca subito il risultato, grazie a Di Piazza ma, la squadra potentina, trova il pari a tempo scaduto, con França. Discorso rinviato a mercoledì 22, quando ci sarà il ritorno al Massimino.

La difesa avversaria è piazzata male, i rossazzurri mettono distanza nei confronti di un avversario che aveva cominciato la partita puntando sul palleggio e cercando la profondità.

Dopo il gol beccato, il Potenza prende possesso del campo cercando con insistenza il pareggio. I rossazzurri non si disuniscono, anzi attuano la fase di filtro con esperienza e senza tanti errori. Il primo tempo termina senza brividi eccessivi, ma con gli uomini di Peppe Raffaele costantemente in attacco e col Catania che non riesce a salire con continuità.

Nella ripresa ancora i lucani fanno la partita. Il Catania resiste ma non fino alla fine con Pisseri che salva una prima volta su Franca, attaccante locale che pareggia al minuto 46 della ripresa con un tocco sotto porta.

Mercoledì a Catania, con il grande pubblico, che si appresta a tornare allo stadio per sostenere, come hanno fatto in modo encomiabile, i 371 tifosi arrivati in Lucania.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani