Crotone, il Console di Romania, Lucretia Tanasa, in visita alla città di Pitagora. Un incontro per possibili scambi culturali e commerciali

Una Città che rimane rinchiusa nel proprio perimetro senza scambi culturali, economici, commerciali con altre realtà avrà un futuro sempre più incerto. Crotone, la città millenaria, è sempre stata meta di uomini che hanno esportato cultura, economia, commercio. Negli anni in cui era considerata la “Milano” del Sud, per l’ampio insediamento industriale, ha accolto gente proveniente da tutt’Italia e fuori dalle abitazioni non è mai comparsa la scritta “non si fittano case ai polentoni”. Nell’era della globalizzazione è ancora maggiore la necessità di allacciare scambi culturali e commerciali con Città anche estere.
Questa mattina il Console Generale di Romania a Bari, Lucretia Tanase, ha visitato la città di Crotone.
Si apre un ulteriore dialogo tra Crotone e una realtà estera.
L’assessore alle Attività Produttive Sabrina Gentile, nella Casa Comunale, ha dato al Console il benvenuto a nome del sindaco Pugliese e della comunità cittadina. Un incontro per condividere possibili iniziative comuni e scambi di natura economica, commerciale e culturale.
Presente all’incontro il capo di gabinetto del sindaco Pugliese, Giorgio Aloisio. Al termine dell’incontro la dott.ssa Tanase ha lasciato sul “libro d’onore” un messaggio di ringraziamento alla città: “con gratitudine e grande felicità per essere qui, in questa città storica per un proficuo incontro con l’amministrazione Comunale”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin