Genova. Molassana: uccide il padre novantenne a martellate

Efferato delitto nella notte a Genova, nel quartiere popolare di Molassana. Un uomo di 56 anni ha ucciso a martellate il padre di 91. Poi ha tentato di togliersi la vita lanciandosi dal balcone. L’anziano è morto in ospedale. Il figlio è ricoverato per le ferite provocate dalla caduta dal terzo piano. Pare che l’omicida soffrisse di depressione.

L’omicida è sposato e ha un figlio. Con la moglie non c’erano problemi. A quanto risulta dai primi accertamenti mentre una fonte di preoccupazione per l’uomo, che è dipendente di una ditta di vernici, era, da qualche tempo, lo stato di salute del padre. Ieri, l’uomo si era dedicato ad accudire il papà novantenne, che non è autosufficiente. Non è ancora chiaro cosa sia accaduto nella abitazione del genitore. A un certo punto il figlio ha impugnato un martello e lo ha colpito più volte fino a ucciderlo.

Dopo l’omicidio il cinquantenne ha aperto una finestra e si è gettato fuori precipitando dal terzo piano. Si è procurato gravi ferite ma non sarebbe in pericolo di vita. Un passante ha trovato l’uomo a terra e ha dato l’allarme. Con una ambulanza è arrivata sul posto anche la Polizia che è risalita all’appartamento da cui l’uomo si era gettato e ha trovato l’anziano morto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin