Nasce la Guardia costiera europea

122

E’ stato approvato in via definitiva il regolamento che rafforza la Guardia di Frontiera e Costiera europea. Le modifiche all’Agenzia Frontex, già concordate con i ministri dell’Ue, introducono un corpo permanente di 10 mila unità entro il 2027. Sarà composto da guardie di frontiera e guardie costiere dell’agenzia e da personale distaccato su base obbligatoria dai Paesi Ue. L’Italia dovrà fornire a regime 610 persone. L’Italia sarà il terzo Paese per contributi di personale dopo Germania e Francia. L’agenzia così rafforzata, secondo quanto si legge nel testo del regolamento, avrà numerosi compiti: tra questi, si occuperà di monitorare i flussi migratori, di monitorare la gestione delle frontiere esterne da parte degli Stati membri e verificarne la capacità e la preparazione nel fronteggiare eventuali minacce, di fornire assistenza nei rimpatri e nelle operazioni di ricerca e soccorso in mare, di assistere gli Stati con interventi rapidi alle frontiere in caso di “sfide specifiche e sproporzionate”. Il regolamento deve ora essere formalmente approvato dal Consiglio prima di poter entrare in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Ue.