Roma. Commercio e artigianato in centro storico: approvate modifiche al regolamento

Approvate dalla Giunta Raggi alcune modifiche al regolamento per l’esercizio delle attività commerciali e artigianali nella città storica (delibera n.47 del 2018), per renderne più fluida l’applicazione. Novità che, mantenendo l’impianto originario, delineano un quadro di norme più chiaro e definito, esito del confronto con gli operatori e le associazioni di categoria e di un più approfondito studio del territorio.

Il regolamento aggiornato introduce modalità alternative alla dimostrazione del requisito di professionalità per l’apertura delle attività tutelate, come la specifica esperienza professionale nella propria attività o il possesso di attestato di abilitazione professionale riconosciuto dagli enti preposti. Quanto agli arredi negli esercizi alimentari con consumo sul posto, sono stati meglio precisati i criteri per favorire una corretta applicazione della norma. In tema di subingresso, poi, resta valido lo stop per le attività vietate, mentre è ammesso in quelle non tutelate fino a definitiva cessazione. Sempre consentito, invece, in quelle tutelate.

Ulteriore modifica, la possibilità per gli operatori di svolgere congiuntamente le attività tutelate, unendo nello stesso esercizio commercio e artigianato. Una revisione regolamentare che punta – osserva il Campidoglio in una nota – a “coniugare decoro, legalità e sviluppo delle imprese”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin