Come utilizzare una VPN per difendere la propria privacy

Lo scopo dichiarato delle VPN è quello di offrire a tutti gli utenti che ne fanno uso le stesse identiche possibilità che vengono offerte da un provider, ma con la differenza che le protezioni e le garanzie di privacy aumentano in maniera sensibile. Una differenza di non poco conto che vale la pena tenere a mente.

Una VPN oggi ci consente di viaggiare liberamente per il mondo e di poter utilizzare senza paure di alcun tipo delle connessioni gratuite (come ad esempio quelle degli alberghi o dei ristoranti, o persino quelle dei bar in una spiaggia dei Caraibi) per effettuare delle operazioni private e sensibili senza nessun timore di vedere i nostri dati e le nostre informazioni intercettate per i più disparati fini. Acquistare dei biglietti aerei fornendo gli estremi del passaporto o effettuare un bonifico bancario mentre siamo in un luogo in cui non possiamo accedere ad una connessione sicura sono questioni che iniziano ad avere una certa rilevanza nel mondo digitale odierno.

A rigor di logica – però – dovremmo stare attenti a queste cose anche mentre navighiamo a cuor leggero all’interno delle nostre quattro mura domestiche, perché anche quando siamo convinti di essere protetti non lo siamo mai completamente. Ma spesso questi ragionamenti restano solo dei perfetti esercizi di buona volontà digitale. Una VPN andrebbe usata prima di tutto perché tutto quello che facciamo online resta registrato. Anche se ci garantiscono di no, tutto è destinato a lasciare una traccia, può semplicemente cambiare il tempo necessario per scovarla.

E al netto del fatto che nessuno vuole compiere azioni criminali il diritto a non essere pedinati digitalmente lo abbiamo tutti. Non voler lasciare tracce quindi non può essere uno strumento di “accusa” per farci sentire in difetto. Anzi, è chi non capisce questa necessità ad essere esposto a gravi pericoli.

Le VPN nello specifico possono mutare il nostro IP dandoci la possibilità di poter scegliere da quale parte del mondo risultare connessi. Inoltre, una rete virtuale privata consente di creare una sorta di alone di fumo attorno alla nostra connessione che evita ai male intenzionati di spiare le nostre attività e di requisire i nostri dati.

Vale la pena spendere qualche parola sulla gratuità delle VPN.  In rete troverete molti siti disposti a garantirvi gratuitamente una connessione sicura. Ma riflettendoci bene mettereste nelle mani (e nei server) di chi vi offre un servizio gratuito le vostre informazioni? La sicurezza si paga e se chi ve la offre non vuole soldi è perché probabilmente punta ad altri “valori”: i vostri dati e le vostre informa

Le VPN sono tante e ce ne sono di ogni tipo su Wizcase.com è possibile verificare i dettagli tecnici di tutte le migliori e scegliere quella che più di ogni altra si adatta perfettamente alle proprie esigenze e che più di tutte garantisce la più importante necessità individuale sul web: la privacy.

 

 

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin