Ponte San Marco. Uccisa l’infermiera Lala Kamara

252

Lala Kamara, 26 anni, nata in Senegal ma residente a Ponte San Marco (Brescia) è stata trovata morta nel suo appartamento di Manchester dove si trovava da più di tre anni e avrebbe dovuto iniziare a lavorare come infermiera. La polizia britannica ha già fermato i presunti responsabili dell’omicidio. Gli assassini sono giovanissimi, hanno 21 e 25 anni. Lala è stata trovata morta in casa, dalla sua coinquilina che ha dato l’allarme. “Non è ancora chiaro come la ventenne sia morta – ha riferito l’ispettore di Polizia di Greater Manchester Dan Clegg all’Indipendent – ma le circostanze ci spingono a pensare purtroppo il peggio”. Si tratta di una morte violenta. La ventenne aveva frequentato le scuole superiori a Desenzano. Poi si era trasferita in Inghilterra dove si trovava da tre anni. Aveva iniziato a lavorare come baby sitter a Londra, poi si era trasferita a Manchester, dove aveva partecipato a un concorso da infermiera, vincendolo. I genitori sono stati informati dell’accaduto domenica, da un’amica. Il padre è volato a Manchester per parlare con i poliziotti. Avevano festeggiato il compleanno di Lala solo un mese fa.