La Spezia. Approvato il progetto di valorizzazione e restauro dell’ex Convento delle Clarisse

La Giunta Peracchini ha approvato con delibera il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo all’intervento di valorizzazione e restauro dell’ex Convento delle Clarisse e dell’area circostante. A presentarlo martedì mattina, durante una conferenza stampa a Palazzo Civico, sono stati il Sindaco Pierluigi Peracchini e l’Assessore ai Lavori Pubblici Luca Piaggi, insieme al progettista, l’architetto Roberto Evaristi.

L’intervento, per un importo complessivo di 900 mila euro, è inserito delle Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019/2021 ed è reso possibile grazie anche ai finanziamenti del Fondo strategico regionale. Il progetto consiste nella riqualificazione dell’area dell’ex Convento in via XX Settembre e della galleria antiaerea di Scalinata Quintino Sella, e interessa quindi due distinte aree.

Nella parte superiore dell’area (Via XX Settembre/Via XXVII Marzo) i lavori consisteranno in:
– realizzazione di un volume da erigersi all’interno delle murature, ancora esistenti, del manufatto originario, adibito a locali a vocazione turistico-ricettiva;
– riqualificazione esterna e consolidamento delle murature, ripristino di parti deteriorate e adeguamento di alcune porzioni del lato dell’ex chiesa prospiciente via XX Settembre, al fine di incrementarne l’altezza attuale e impedire l’accesso incontrollato dell’area;
Gli interventi nella galleria antiaerea (Scalinata Quintino Sella) riguardano:
– la riqualificazione dell’accesso su Via del Prione, mediante la posa della pavimentazione utilizzando materiale già esistente nella stessa via, e l’installazione di arredi;
– il ripristino del primo tratto di galleria (circa 40 metri);
– il ripristino dell’impianto di illuminazione e sostituzione del cancello su Via Manzoni.
Questi interventi permetteranno il recupero di un’area storica cittadina rendendola nuovamente accessibile ed utilizzabile per finalità turistiche e culturali.

È possibile scaricare alcuni rendering al seguente indirizzo https://we.tl/t-OqnPHbMsUC.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin