Milano. Libico accoltella due persone in Stazione Centrale

137

Due feriti a Milano, in Stazione Centrale. Venerdì mattina un libico è entrato nel locale “Panino giusto” per sottrarre un coltello. Le due commesse si stavano cambiando ma lo hanno scoperto. Poi il nordafricano è fuggito. Nel piazzale ha litigato con una guardia giurata. Poi si è nascosto dietro un cespuglio. Dopo un po’ è tornato con l’arma in mano e si è avventato su persone nella galleria delle carrozze della Stazione centrale. Prima ha ferito un gambiano di 20 anni colpendolo alla spalla mentre stava prelevando del denaro. Il giovane è stato trasportato al Fatebenefratelli e se la caverà con 10 giorni di prognosi. Poi si è scaraventato su un altro passante, trentenne originario della Costa d’Avorio. Il libico ha tentato di colpirlo all’addome con il coltello, ma l’uomo si è difeso con tutte le forze. La lama lo ha ferito alle mani con tagli profondi che sono arrivati a recidere i tendini. Per lui i medici hanno disposto 50 giorni di tempo per curare i tagli. Anche l’aggressore ha riscontrato un malore. Fermato dall’ivoriano, è poi stato ammanettato dai Carabinieri e poi portato in cella.