Trieste. Sentiero Rilke: scavalca la recinzione e muore a 14 anni

193

Un quattordicenne è morto dopo essere precipitato dal sentiero Rilke, a picco sul mare, appena fuori alla città di Trieste. Il ragazzo era con la madre. La donna l’ha perso di vista e si è allarmata. Dopo aver atteso alcuni istanti ha telefonato alla Polizia. Il ragazzo aveva scavalcato la recinzione di protezione per affacciarsi in un punto panoramico. Il corpo, privo di vita, è stato trovato sulle rocce della costa. La caduta è stata accidentale, conferma la Polizia. Forse le foglie al suolo gli hanno fatto perdere aderenza facendolo scivolare. Gli agenti del distaccamento di Duino-Aurisina hanno iniziato una perlustrazione nella zona fino a giungere alla spiaggia di Sistiana. Da qui hanno notato una sagoma immobile su alcune rocce poco distanti. Sul posto sono giunti anche un elicottero del soccorso sanitario, i vigili del fuoco e il soccorso alpino. Sono stati proprio questi ultimi operatori a calarsi con le corde dal sentiero per decine di metri fino alla scogliera sottostante. Qui hanno raggiunto il corpo, ma non ho potuto fare altro che constatare il decesso . La passeggiata, panoramica e suggestiva, collega le località di Sistiana e Duino, in provincia di Trieste. Il sentiero prende il nome dal poeta Rainer Maria Rilke che era stato ospite al Castello di Duino all’inizio del secolo scorso. In passato il sentiero era stato scelto per le sue caratteristiche da diverse persone per lanciarsi nel vuoto e suicidarsi.