Roma. Casa della Memoria e della Storia: i prossimi appuntamenti

152

Presso la Casa della Memoria e della Storia di Roma martedì 5 marzo 2019 alle ore 17.30 si terrà la presentazione del libro “Autobiografia del Novecento. Storia di una donna che ha attraversato la Storia” di Vera Pegna (Il Saggiatore, 2018). Autobiografia del Novecento è la storia di una donna che ha attraversato il secolo con un unico, invincibile principio: siamo noi, con le nostre vite minuscole, a dover muovere il primo passo per costruire un futuro migliore. I suoi ideali e la sua missione civile sono un dono e un imperativo per noi e per le generazioni a venire. Con l’autrice dialogano Goffredo Fofi-scrittore e giornalista e Franco Roberti-magistrato, già Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo. Coordina Fiorella Leone- Circolo Gianni Bosio. Iniziativa a cura del Circolo Gianni Bosio. Mercoledì 6 marzo 2019 alle ore 17.30 in programma la presentazione del libro 1938, “L’Italia razzista. I documenti della persecuzione contro gli ebrei” di Fabio Isman (Il Mulino, 2018). Le leggi razziali, precedute da un subdolo censimento che era in realtà una vera e propria schedatura e anticipate da una violenta campagna antisemita, esclusero gli ebrei dalla scuola, dal mondo del lavoro, dalla vita civile. Dal 1938, oltre 400 provvedimenti di crescente gravità: alla fine, gli israeliti non potevano possedere una casa, un’impresa, un lavoro, neppure degli oggetti. Una spoliazione sistematica e minuta, confische equivalenti a oltre 150 milioni di euro odierni. Gli archivi restituiscono le vicende di questa Grande razzia, e storie, spesso ignote, di vita e, purtroppo, anche di morte. Ne parlano con l’autore Grazia Di Veroli-ANED. Iniziativa a cura di ANED In corso fino al 13 marzo 2019 la mostra “Lea Contestabile. Elementi di cosmografia amorosa”.  Lea Contestabile, che nella sua pratica artistica ha mantenuto una matrice dalla forte componente sociale con una particolare attenzione all’arte di genere, ha ideato un percorso espositivo che si svolge in tre momenti distinti – la memoria del territorio, la memoria personale e la memoria storica – attraverso l’utilizzo del ricamo, della fotografia e delle colle. Iniziativa a cura di Manuela De Leonardis.