Milano. APProach per facilitare l’esercizio di voto: test con le europee

Facilitare l’esercizio del diritto di voto dei cittadini europei residenti a Milano: permettere loro di scegliere tra i candidati italiani alle prossime europee e, in futuro, votare per il Sindaco, il Consiglio comunale e i Consigli di Municipio, iscrivendosi alle liste elettorali attraverso pochi e semplici passaggi sul sito del Comune di Milano. È il primo obiettivo di “Approach, Connecting EU mobile citizens with their welcoming cities”, il progetto finanziato con 900 mila euro ottenuti con la vittoria di un bando Europeo che vede Milano partner insieme a Parigi, Amsterdam, Lisbona, Varsavia, Etterbeek, Nea Smyrni e Vejle.

L’idea è quella di facilitare la vita dei cittadini europei che risiedono in paesi diversi da quelli di origine, attraverso la creazione di un “ecosistema digitale” che possa facilitare l’esercizio del diritto di voto, semplificare le procedure per l’iscrizione dei figli a scuola e in generale favorire la partecipazione alla vita attiva della comunità ospitante. Obiettivi che interessano circa 17 milioni di cittadini europei, più del tre per cento della popolazione dell’Unione, che vivono in un Paese diverso da quello di origine. Di questi, nel 2014, solo l’otto per cento si era registrato nelle liste elettorali dello Stato di residenza per votare i candidati locali al Parlamento di Bruxelles.

A Milano sono 30.979 i residenti che provengono da altri Paesi membri e di questi, nel 2014, furono solo 1.480 i votanti per le elezioni europee. A questa comunità vanno aggiunti i circa seimila studenti Erasmus e i 19 mila studenti internazionali che le università cittadine accolgono con un ricambio frequente. Informare e coinvolgere questi cittadini è l’obiettivo del progetto APProach, che attraverso una campagna di comunicazione mirata con l’invio di lettere, email, post sui canali social di Palazzo Marino, un banner dedicato sul portale istituzionale, affissioni e un sito informativo vuole rendere note le procedure e le scadenze per esercitare i propri diritti.

I cittadini europei residenti a Milano che volessero votare i candidati italiani al Parlamento europeo devono infatti fare richiesta al Comune di Milano entro il 25 febbraio (http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/partecipa/votare/cittadini_ue). Scadenze differenziate sono invece fissate da ciascun Paese membro per votare dall’estero i candidati al Parlamento europeo del proprio paese d’origine. Sul sito Approach sono disponibili tutte le date entro cui registrarsi. Per gli italiani all’estero c’è tempo fino al 7 marzo per esercitare questa scelta presso il consolato locale.

“Approach, Connecting EU mobile citizens with their welcoming cities” è un progetto finanziato dalla Commissione euroepea – DG Justice and Consumers della durata di due anni (da aprile 2018 a marzo 2020), che si propone di “favorire l’inclusione dei cittadini Ue nelle città ospiti, attraverso la partecipazione alla vita democratica, civile e sociale”, investendo sull’ “analisi delle le sfide affrontate dalle autorità locali e dai cittadini nelle città ospiti proporre soluzioni efficaci”.

A questo proposito, per migliorare la comunicazione tra i cittadini Ue e le autorità locali il progetto prevede anche il training di lingua inglese per lo staff delle città. Verranno inoltre organizzati focus groups, indagini, interviste, eventi pubblici e incontri periodici con le associazioni di expat e i consolati. Le città partecipanti, che potranno così fare rete e scambiare le buone pratiche messe a punto, si troveranno il 13 e 14 marzo a Milano per un meeting interno. Il 15 marzo, al palazzo delle Stelline, dove ha sede la Rappresentanza del Parlamento europeo, si terrà invece un evento aperto al pubblico e inserito nel palinsesto della Milano Digital week.

“Si tratta di un ulteriore tassello dell’impegno che mettiamo ogni giorno per aumentare l’attrattività internazionale della nostra città – ha dichiarato Lorenzo Lipparini, assessore alla Partecipazione, cittadinanza attiva e Open Data del Comune di Milano -. Dopo l’impegno per le elezioni europee ci concentreremo sui servizi educativi e la partecipazione alla vita civica del nostro comune, per rendere il nostro territorio e i nostri servizi sempre più competitivi per chi ha scelto e sceglierà Milano come luogo dove realizzare i propri progetti di vita. Tutte le info al link www.project-approach.eu.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin