Roma. Lettera di una paziente all’Asl 5

Ecco quanto si legge in un post dell’Asl 5 di Roma. “Vogliamo condividere con voi questa bella lettera: Buongiorno, sono D. F., con la presente per esprimere la mia gratitudine nei confronti di due dottori in servizio presso l’ASL Roma 5 , la Dottoressa Giuseppina SCOPELLITI in servizio presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale L. Parodi Delfino di Colleferro e il Dottor Pasquale D’Antini in servizio presso il reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli.

Entrambi i dottori, unitamente a tutti gli infermieri, tecnici e operatori, mi hanno SALVATO LA VITA . In breve racconto quanto mi è successo: In data 25.11.2018 mi trovavo da amici a Valmontone, sentendomi male mi accompagnavano presso il Pronto Soccorso di Colleferro per forti dolori addominali. Giunto in P.S. la Dottoressa SCOPELLITI dopo tutti gli accertamenti iniziali e vista la gravità della situazione, dato il mio stato di sofferenza acuto, decideva di trasferirmi presso L’Ospedale di TIVOLI per essere sottoposto ad una TAC addominale.
Giunto al Pronto Soccorso di Tivoli e dopo aver eseguito la TAC, venivo costantemente monitorato dal Dottor Pasquale D’ANTINI, precedentemente allertato; quest’ultimo con alto senso di responsabilità ed elevata professionalità decideva di sottopormi a intervento chirurgico di LAPAROTOMIA ESPLORATIVA RESEZIONE ILEALE per addome acuto a seguito di ISCHEMIA INTESTINALE.

Sfortunatamente i media ogni giorno in tutta Italia non fanno che rimarcare episodi di mala sanità dimenticandosi, purtroppo, tutti gli episodi in cui risulta eccellente. Nessun media o giornale ricordano di tutti i dottori che ogni giorno, in totale normalità, “FACENDO IL LORO DOVERE” salvano vite e aiutano il prossimo. Per quanto sopra descritto non posso fare che elogiare l’operato di entrambi i dottori che MI HANNO SALVATO LA VITA è solo grazie a loro se oggi sono qua a scrivere queste parole di gratitudine e ringraziamento a vita nei loro confronti. GRAZIE GRAZIE GRAZIE
D.F.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin