I grillini crollano al 24%, Di Battista si prende il partito: punta a fare il vice premier

237

Ixè fotografa il crollo grillino. Il movimento si sta sgretolando. Oggi è al 24-25%. Alle ultime elezioni politiche era al 32%. In meno di un anno i grillini hanno gettato la maschera: solo promesse e tanta incompetenza. Gli italiani sono stufi e alle europee arriverà la valanga leghista. Il partito di Salvini si sta mangiando anche Di Maio. I pentastellati, salvo miracoli, alle europee andranno tra il 15 e il 20%. Proprio Di Maio è chiamato a correre ai ripari firmando però la sua condanna a morte politica. Di Battista è in Italia. Ciò significa la fine per Gigino. Dibba – scrive La Stampa – sarà il “controllore” di Di Maio. Ma Dibba potrebbe avere un ruolo attivo. Per lui ci sono due opzioni: Commissario Europeo in vista del voto del 2019 o sottosegretario alla Giorgetti. Dibba sottosegretario alla Presidenza del Consiglio potrebbe “marcare” stretto Conte. Di Battista in realtà sogna la Farnesina ma difficile che Enzo Moavero Milanesi lasci.  Gigino non comanda più. Per il momento è una diarchia con Dibba, presto scomparirà totalmente.  Di Maio vorrebbe affiancare Di Battista a Conte. Ma il rischio è che alla fine sia Di Maio a dovere lasciare e Dibba diventare vice premier.