Robbiate. Marco Olginati uccide la madre Luigia Mauri poi tenta il suicidio

237

Matricidio a Robbiate in provincia di Lecco. Marco Olginati prima ha ammazzato l’anziana madre a martellate, poi ha cercato di uccidersi. E’ successo stamani in un appartamento di via Enrico Fermi. La vittima è Luigia Mauri, 89 anni. La donna, inferma è stata uccisa nel suo letto a colpi di martello dal figlio, Marco Olginati, 55 anni, professore in pensione. Dopo l’omicidio il cinquantenne ha tentato di togliersi la vita, sembra sbattendo ripetutamente la testa contro un muro. La drammatica scoperta è stata fatta dall’infermiera dell’Asst di Lecco che, come ogni mattina, ha raggiunto l’abitazione dell’anziana donna per le cure domiciliari. Dopo aver suonato il campanello più volte e non avendo trovato risposta ha allertato i carabinieri di Merate, che con i vigili del fuoco della cittadina brianzola hanno raggiunto l’abitazione, forzato la portata d’ingresso e fatto la macabra scoperta. Luigia era morta sul suo letto, dove era inchiodata ormai da tempo per le condizioni di salute, mentre a poca distanza c’era il figlio a terra sul pavimento in fin di vita. Marco Olginati è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Manzoni di Lecco dove versa in gravissime condizioni per le ferite riportate alla testa. I Carabinieri della Compagnia di Merate stanno ricostruendo i fatti.