Come scegliere un furgone a noleggio?

L’utilizzo della locazione a breve e medio termine, il classico noleggio, per intenderci, specie di veicoli industriali, si va sempre più diffondendo in tutto il Paese, anche grazie a formule proposte dalle varie società del “rent a car” molto competitive. Sono indubbiamente diverse le motivazioni che possono portare a noleggiare un furgone: un trasloco privato, uno spostamento di merci per un’azienda, una sostituzione, magari temporanea, del proprio veicolo in avaria o non abbastanza capiente.

Scegliere il furgone a noleggio più adatto è un’operazione semplice, ma bisogna avere chiare le proprie esigenze.Uno dei primi aspetti da considerare è la capacità di carico del vano posteriore, fra i 9,12 e 13 quintali. Si suggerisce, nella scelta, di preferire un veicolo con una possibilità superiore rispetto a quella stimata, per non incorrere in inconvenienti di sovraccarico. È bene conoscere le dimensioni interne utili, poiché lunghezza, larghezza e, soprattutto, altezza sono parametri fondamentali, specie se si devono caricare oggetti ingombranti.

Verificare sempre, prima di scegliere, il “passo” (o interasse), vale a dire la distanza tra l’asse delle due ruote di uno stesso lato, anteriore e posteriore. Questo perché la resa del veicolo subisce sostanziali differenze in base ad un interasse corto piuttosto che lungo. Nel primo caso, infatti, si riscontra una più elevata maneggevolezza di guida ed una maggiore agilità, specie nei passaggi stretti e tra le curve. Ovviamente, dunque, prima di decidere, oltre alla possibilità di carico, dovrà essere valutato il percorso da sostenere e la capacità di destreggiarsi alla guida di mezzi più o meno pesanti, considerando che, in questo caso, il veicolo risulterebbe più facile da gestire e più immediato nei cambi di direzione.

Nel lungo passo, invece, si può rilevare una maggiore stabilità del mezzo, specie in condizioni di curve in velocità più sostenuta, così come nelle accelerazioni e nelle brusche frenate, riducendo anche il rischio di eventuali sbandate se non addirittura di ribaltamenti. Inoltre, si amplia l’abitabilità e, dunque, nella scelta, va considerata anche la possibilità di avere un numero maggiore di passeggeri.

Inoltre, è bene avere chiaro sia la percorrenza, cioè la distanza che si deve coprire, sia per quanto tempo serve il furgone, poiché esistono formule di noleggio a partire da 1 giorno, così come, ovviamente, soluzioni che comprendono più giorni, nel week end piuttosto che infrasettimanale, e anche questo, chiaramente, influisce sulla completezza delle opzioni e sul prezzo.

Dopo aver analizzato i fattori elencati, si tratta di individuare la società fornitrice: tante sono le possibilità, da quelle più conosciute, di antica tradizione, alle più piccole, a volte maggiormente competitive per crearsi nome e clientela. Sul web non è difficile comparare le offerte fra i vari brand, sino ad arrivare alla scelta più conveniente, e che convince anche dal punto di vista dell’affidabilità, sia come qualità della flotta che come stato d’uso e flessibilità degli orari.

Van4you, ad esempio, offre un’ampia gamma e soluzioni per ogni esigenza, facilmente consultabili online. Inoltre dispone di numerose filiali in tutta Italia: è possibile noleggiare un furgone a Brescia come a Monza, Modena, Ciampino e in molte altre città.

Si consiglia, infine, di richiedere in maniera trasparente tutti i costi della soluzione prescelta in quanto a volte si rischia di sottovalutare, per esempio, la politica sul carburante, mentre è buona norma conoscere quali costi vengono applicati per il consumo oltre il limite previsto e per la riconsegna con serbatoio parzialmente pieno, per non avere sorprese finali al momento della restituzione.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin