Sorteggi Champions ed Europa League: male Juve e Lazio, sorridono Roma, Inter e Napoli

È stata un’urna agrodolce quella di Nyon per le squadre italiane. Nel quartiere generale dell’UEFA si sono infatti svolti i sorteggi per gli ottavi di finale di Champions e per i sedicesimi di Europa League. Cinque le squadre nostrane rimaste in competizione, alcune delle quali date tra le favorite per la vittoria finale delle rispettive competizioni. È andata così e così in Champions, dove alla Juventus è toccato l’ostico Atletico Madrid, mentre può dirsi soddisfatta la Roma, che può rallegrarsi dell’abbinamento con il Porto. Sorridono anche Inter e Napoli, sorteggiate rispettivamente con Rapid Vienna e Zurigo, mentre la Lazio sarà attesa da una montagna, ossia il Siviglia, pluricampione della competizione.

Erano tante le squadre abbordabili che potevano essere abbinate alla Juventus e invece alla fine è venuta fuori una delle due peggiori. Gli spauracchi, infatti, erano il Liverpool e l’Atletico Madrid. La sorte ha voluto che fossero proprio gli spagnoli a incrociare il cammino dei bianconeri. La squadra di Diego Simeone è oramai tra le big d’Europa da anni, forte di due finali raggiunte nell’ultimo quinquennio e di giocatori di massima grandezza mondiale. Insomma, peggio non poteva andare, ma gli uomini di Allegri possono comunque contare su una squadra di caratura superiore e sui favori del pronostico, seppure non schiaccianti come sarebbe avvenuto con quasi qualsiasi altra avversaria. Ben sette i precedenti fra le due compagini con la Juve avanti con 4 vittorie, a fronte dei due successi dei colchoneros.

calcio europeo

Doveva essere un sorteggio da far tremare i polsi e invece la Roma alla fine se n’è uscita con la migliore avversaria del lotto, ovvero il Porto. Una rivincita per i capitolini che nel 2016 furono estromessi dalla fase a gironi proprio dai lusitani che vennero a vincere per 3-0 all’Olimpico. Si giocasse oggi i favori sarebbero probabilmente per i portoghesi che veleggiano solitari in testa alla classifica del proprio campionato e che sono reduci da un raggruppamento Champions stravinto, sebbene contro avversari non proprio di primissimo piano come Schalke 04, Galatasaray e Lokomotiv Mosca. Per fortuna, però, bisognerà attendere fino al 12 febbraio per scendere in campo per l’ottavo di finale. Due mesi di tempo in cui la Roma potrà ritrovare quella serenità e soprattutto i risultati che ad oggi clamorosamente stanno venendo meno, così da poter riuscire a raggiungere per il secondo anno di fila i quarti e, perché no?, ripetere o migliorare l’inaspettata semifinale di un’edizione fa.

Erano di certo di meno le insidie per l’Inter, uscita inopinatamente dalla Champions e declassata in Europa League. I nerazzurri sono riusciti ad evitare i due avversari più ostici, ossia Shakhtar Donetsk e Sporting Lisbona, e disputeranno i sedicesimi contro il Rapid Vienna. Gli austriaci non vivono per nulla un buon momento stagionale, relegati addirittura all’ottavo posto in Bundesliga e reduci dal pensatissimo ko per 6-1 contro i cugini dell’Austria Vienna. Il Rapid è riuscito in extremis a strappare il pass per la fase ad eliminazione diretta, vincendo l’ultima gara per 1-0 contro i Rangers Glasgow. I nerazzurri possono dormire sogni tranquilli, anche se con la squadra di Spalletti non è mai possibile dare nulla per scontato.

milik

È andata bene anche al Napoli, che, dopo un girone tremendo in Champions, ha potuto beneficiare di un sorteggio sulla carta agevole contro lo Zurigo. Gli elvetici hanno chiuso al quarto posto il proprio campionato, distanti ben venti punti dai campioni dello Young Boys. La squadra di Ancelotti, più che dagli avversari, farà bene a guardarsi da eventuali cali di tensione e di concentrazione contro una squadra nettamente alla portata. I partenopei sono dati tra i favoriti al successo finale dell’Europa League. Betway li quota infatti a 7.00, preceduti solo dal duo inglese Chelsea (5.00) e Arsenal (6.50) e seguiti dall’Inter a 7.00 (quote al 17 dicembre 2018).

Molto duro, invece, il sorteggio per la Lazio, che in quanto non testa di serie era esposta a brutte sorprese. I biancocelesti dovranno vedersela contro il Siviglia. Gli spagnoli sono grandi specialisti della competizione, avendola vinta per tre volte di fila nelle passate stagioni. Gli andalusi inoltre stanno andando benissimo nella Liga dove occupano attualmente il secondo posto, staccati di appena tre punti dalla capolista Barcellona.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin