Corinaldo. Sei ragazzi morti e 120 feriti al concerto di Sfera Ebbasta

243

Strage in una discoteca nelle Marche. Sei ragazzi sono morte e 120 ferite ferite di cui 10 in modo grave, travolte dalla calca durante un fuggi fuggi generale in un locale in provincia di Ancona. La tragedia è avvenuta nella discoteca “Lanterna azzurra” di Corinaldo, in località Madonna del Piano. Le vittime sono due ragazzi, tre ragazze e la madre di una ragazzina che aveva accompagnato la figlia. A scatenare il panico e il successivo fuggi fuggi sia stato l’utilizzo, da parte di qualcuno, di spray urticante. La stampa locale scrive di spray al peperoncino, che sarebbe stato spruzzato in aria da uno dei partecipanti alla serata. Ciò avrebbe scatenato il panico, proprio come successe in piazza San Carlo a Torino il 3 giugno del 2017, quando oltre 30 mila persone guardavano la proiezione della partita della finale di Champions League. Quattro ragazzi spruzzarono uno spray per tentare una rapina e si scatenò una fuga generale in cui rimasero ferite 1.500 persone, tra cui una donna morta dopo qualche giorno in ospedale.

Morti e feriti: scenario da apocalisse

Sarebbero 120 i ragazzi rimasti feriti nella calca. Sono stati trasportati con le ambulanze del 118 all’ospedale più vicino, quello di Senigallia, da dove i più gravi, una decina, sono stati poi trasferiti all’ospedale Torrette ad Ancona.  Nella discoteca c’era un migliaio di persone, attratte dall’evento concerto di Sfera Ebbasta, popolarissimo rapper della Trap music. Il concerto non era ancora iniziato, tra mezzanotte e l’una, quando alcuni ragazzi hanno sentito un odore acro e per paura si sono diretti verso una delle porte di emergenza, trovandola – in base al racconto dei primi testimoni — sbarrata. A quel punto la calca si sarebbe concentrata verso un muretto, da cui sarebbero cadute decine di persone: quelli finiti sotto agli altri sono morti schiacciati.