Esplosione nell’area di servizio Ip di Borgo Quinzio: morti un pompiere e un automobilista

Si aggrava il bilancio dell’esplosione nell’area di servizio Ip di Borgo Quinzio, nel Reatino. E’ salito a due morti e una decina di feriti. Le vittime sarebbero un vigile del fuoco, in servizio nel distaccamento di Poggio Mirteto, e un uomo che, al momento dello scoppio dell’autocisterna di Gpl, si trovava nei pressi del distributore. Tra le persone rimaste ferite ci sono anche due operatori dell’Ares 118.

A confermare il bilancio e la dinamica dell’incidente è il questore di Rieti, Antonio Mannoni. “Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante. Due morti e dieci feriti. L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio. C’è stato un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione”, ha detto. “Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall’esplosione”, ha aggiunto il questore.

L’onda d’urto è stata così forte da sbalzare l’autocisterna per una decina di metri proiettandola su una strada vicina. Due auto e un furgone che si trovavano in quella strada sono state distrutte dalle fiamme. I feriti avrebbero riportato ustioni e fratture. La Salaria è stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni e sul posto, oltre diverse squadre dei vigili del fuoco, sono intervenuti i soccorritori del 118.

Lascia un commento