Novità in F1. Philip Morris International e Scuderia Ferrari danno vita a Mission Winnow

321

Cambiamenti in vista per il mondiale 2019. Ad iniziare dai nomi delle scuderie. Infatti la Fia ha diramato la lista ufficiale di team e piloti, con relativi numeri, per la prossima stagione di F.1. Cambia il nome della Force India che con la nuova proprietà diventa Racing Point F.1. Ma cambia anche la Ferrari, la cui denominazione completa ora è Scuderia Ferrari Mission Winnow. Ecco anche i numeri dei nuovi piloti in griglia. Antonio Giovinazzi avrà il 99 sulla Sauber. Robert Kubica l’88 sulla Williams e il suo compagno George Russell il 63; per Lando Norris (McLaren) il 4. Solo Alex Albon (Toro Rosso) deve scegliere il suo. La lista della F.1 2019 con i nomi completi dei team: Mercedes-Amg Petronas Motorsport: Lewis Hamilton (44), Valtteri Bottas (77).  Scuderia Ferrari Mission Winnow: Sebastian Vettel (5), Charles Leclerc (16). Aston Martin Red Bull Racing: Pierre Gasly (10), Max Verstappen (33). Renault Sport Racing Limited: Daniel Ricciardo (3), Nico Hulkenberg (27). Rich Energy Haas F1 Team: Romain Grosjean (8), Kevin Magnussen (20). McLaren F1 Team: Lando Norris (4), Carlos Sainz (55). Racing Point F1 Team: Sergio Perez (11), Lance Stroll (18). Alfa Romeo Sauber F1 Team: Kimi Raikkonen (7), Antonio Giovinazzi (99). Red Bull Toro Rosso Honda: Daniil Kvyat (26), Alexander Albon (*). Williams Racing: George Russell (63), Robert Kubica (88).

Philip Morris International e Scuderia Ferrari

Cosa c’è dietro il cambio nome della Scuderia di Maranello? Philip Morris e Cavallino Rampante hanno dato una nuova svolta alla loro partnership che va avanti da 45 anni con la presentazione di Mission Winnow, una nuova iniziativa globale volta a creare coinvolgimento intorno al ruolo di scienza, tecnologia e innovazione come forza propulsiva positiva in qualsiasi settore. “Con Mission Winnow vogliamo far conoscere al mondo il cambiamento che abbiamo affrontato, condividendo il nostro orgoglio per la trasformazione ottenuta dai dipendenti di PMI, oltre alla nostra dedizione verso una scienza e un’innovazione rigorosa che possano condurci verso un futuro migliore”, ha affermato André Calantzopoulos, Chief Executive Officer di PMI. “Questa piattaforma globale costituirà una finestra verso la nuova PMI e ci consentirà di sfidare i pregiudizi, poiché sappiamo che molti potrebbero nutrire dubbi su di noi e sulle nostre motivazioni. La nostra partnership con Scuderia Ferrari ci offre l’opportunità di sfruttare gli spunti ottenuti nel corso di numerose discussioni incoraggianti sia con i sostenitori che con i detrattori, e raggiungere un ampio pubblico per coinvolgerlo su larga scala”. La parola “winnow” (pronunciata: “win”–“oh”) è stata selezionata perché descrive perfettamente il percorso preciso e metodico che PMI sta seguendo per raggiungere la sua ambiziosa visione di un mondo senza fumo. Questo termine – e la visione di PMI – è un connubio di concentrazione, trasparenza, attenzione e netta determinazione. Originariamente il termine “winnow” (spulare) faceva riferimento alla rimozione della pula dai chicchi, ma poi venne usato in senso più ampio per descrivere l’atto di scartare il superfluo, estrarre il buono, oltre a distinguere la verità da ciò che è inesatto o fuorviante. In un mondo caratterizzato da un sovraccarico di informazioni, questo diventa di fondamentale importanza per Philip Morris. Mission Winnow fornisce la prospettiva dall’interno di due società che operano in settori molto diversi ma hanno moltissimi aspetti in comune. Per entrambe, il successo si fonda sulla passione dei dipendenti per gli standard più elevati di performance nel perseguimento di ambizioni fondamentali. Mission Winnow non pubblicizza mai né promuove alcun prodotto del tabacco. Mission Winnow non riguarda il cosa, ma il come e il perché.