Tessere del reddito di cittadinanza? La Gruber mette in difficoltà la Castelli

216

I grilli sono diventati da barzelletta. La loro improvvisazione ed impreparazione è fin troppo evidente ed imbarazzante. Berlusconi li definisce dilettanti allo sbaraglio. Il guaio è che i loro danni vengono pagati dagli italiani. La squadra grillini è piuttosto colorita. Dopo lo spread altra figura non proprio lusinghiera per la Castelli. “Chi stamperà le tessere del reddito di cittadinanza?” è la domanda di Lilli Gruber. Laura Castelli impreparata, lo sconcerto di Alessandro Sallusti. “Il governo ha annunciato che sono in stampa le tessere elettroniche per erogare il reddito di cittadinanza: intanto sono 5 o 6 milioni? E chi le sta stampando?. Le due “semplici domande” di Lilli Gruber alla sottosegretaria al ministero dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, hanno fatto vacillare la deputata grillina. Del resto come può rispondere all’ennesima presa per i fondelli dei grillini. Il Pd in effetti ha spiegato in modo chiaro come il reddito di cittadinanza ad oggi esiste solo nella fantasia di Di Maio. Non è legge dello Stato. Quindi come si fanno a stampare delle tessere di qualcosa che non c’è? Chi avrebbe autorizzato una simile spesa? “La platea dovrebbe essere di 5 milioni e mezzo circa” ha provato a rispondere Castelli. La grillina, incalzata dalla conduttrice di Otto e Mezzo e da Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, cerca di eludere la domanda. “Tipografia segreta”, chiosa il giornalista Luca Telese in studio.