Vince l’Umbria la Coppa Italia di Ju Jitsu Csen 2018

319

E’ l’ASD Club la dolce arte di Perugia ad aggiudicarsi l’edizione 2018 della Coppa Italia di Ju Jitsu Csen, totalizzando ben 433 punti nelle due giornate di gara che si sono svolte sabato 24 e domenica 25 al Palasport Paternesi di Foligno. A seguire, secondo posto per la Kuden Goshin Ryu del Lazio, terzo per la JJ Roma (Lazio), quarto per la Ju Jitsu Italia Taranto (Puglia) e quinto per l’ASD Tegliese dalla Liguria. Per il Trofeo Nazionale “IV Memorial Alberto Alunni”, la competizione nazionale riservata ai più piccoli e organizzata in onore del M° fondatore del Club la dolce arte e pioniere storico del Ju Jitsu in Italia, a salire sul podio sono state l’Asd Club la dolce arte (Umbria) 1^ classificata, Brain e Sport (Sicilia) 2^, Shardana Ju Jitsu (Sardegna) 3^, Dojo Ronin Carbonia (Sardegna) 4^ e Kuden Goshin Ryu (Lazio) 5^. Anche nella novità assoluta di quest’anno, la sfida tra rappresentative Regionali di Fighting System, primo gradino del podio per la Regione Umbria, seguita da Lazio e Puglia. Si è conclusa quindi con la supremazia della Regione ospitante la seconda gara di rilievo nazionale per il Settore Ju Jitsu del Centro Sportivo Educativo Nazionale, che ha portato per la prima volta in terra umbra più di 350 atleti, provenienti da almeno 10 Regioni italiane, appassionati dell’antica disciplina marziale. Nella due giorni bambini, ragazzi e adulti si sono confrontati sui 5 tatami allestiti in gare di varie tipologie, per tutti i livelli di difficoltà, mostrando come la disciplina riesca a coinvolgere un numero consistente di appassionati amatoriali di tutte le età e i livelli tecnici. Da ogni angolo della penisola, dalla Liguria alla Sardegna, dalla Toscana alla Sicilia, passando per la Lombardia, il Lazio e le Marche, il movimento del Ju Jitsu Csen è riuscito anche in questo appuntamento a raccogliere i suoi appassionati sopra gli stessi tappeti, per condividere insieme momenti di crescita, sfida e divertimento. Combattimenti di lotta a terra, atterramenti con proiezioni, gare dimostrative con e senza armi e percorsi per i più piccoli si sono alternati sulle aree di gara, riuscendo a far divertire con la disciplina atleti dai 6 anni in poi, senza limiti di età. Fighting System, Ne-Waza, Duo Show, Duo System, percorso tecnico, Agonistica, Fighting System con limitazioni, Duo System Basic, Ne-waza Ragazzi, Accademia e Demo Team sono state per l’esattezza le specialità in gara tra la Coppa Italia e il Trofeo Alunni, in grado di dar vita a quella che il Coordinatore Nazionale del Settore Giuliano Spadoni ha definito “una competizione ricca di emozioni e spirito di squadra, emerso in particolar modo nella nuova gara tra rappresentative regionali, che è riuscita a tirar fuori un rinnovato affiatamento in grado di unire atleti di diverse società per un nuovo obiettivo”. Alla manifestazione hanno presenziato per l’apertura istituzionale il membro della Direzione Nazionale Csen (e Presidente Csen Umbria) Fabbrizio Paffarini, in rapprentanza del Presidente Nazionale Csen Francesco Proietti, il Gen. Domenico Ignozza, Presidente del Coni Umbria, Andrea Arena, Presidente del Comitato Regionale FIJLKAM Umbria, Enrico Tortolini, Assessore allo Sport del Comune di Foligno, Luca Panichi, Referente Nazionale Csen Sociale e Claudio Capretta, Presidente dell’Associazione Club la dolce arte, che ha collaborato all’organizzazione dell’evento.