Scegliere il deodorante migliore per la propria pelle: perché è importante?

121

Scegliere il deodorante non è una questione da prendere con leggerezza. Il deodorante è ormai entrato pienamente nella lista di prodotti cosmetici indispensabili e, proprio a causa del suo continuo utilizzo, deve essere scelto molto accuratamente per non provocare irritazioni e altri effetti collaterali.

Tutte le funzioni del deodorante

L’opinione comune è che il deodorante abbia la principale funzione di coprire i cattivi odori generati dal sudore, quasi alla stregua di un qualsiasi profumo. Le cose però sono molto più complesse di così: ogni deodorante è formulato in maniera da svolgere diverse funzioni. A seconda degli ingredienti compresi nella sua formulazione un deodorante può essere:

  • antitraspirante: un deodorante con fattore antitraspirante limita la produzione di sudore da parte delle ghiandole poste sotto la pelle delle ascelle. Sono in genere i sali di zinco e di alluminio a svolgere questa funzione. Si tratta però di sostanze potenzialmente tossiche, che non dovrebbero mai entrare in contatto con la pelle lesa, soprattutto in grandi quantità.
  • assorbente: il sudore genera cattivo odore nel momento in cui la sostanza viscosa prodotta dalle ghiandole apocrine si deposita sulla pelle e viene corrotta dai batteri. Nel momento in cui i batteri decompongono la secrezione delle ghiandole e il sebo prodotto dai peli, si generano sostanze gassose e maleodoranti. Un prodotto assorbente è in grado assorbire gran parte di queste sostanze volatili, limitando di conseguenza i cattivi odori.
  • coprente: il profumo del deodorante ha la funzione di coprire i cattivi odori residui con un odore più forte e piacevole. A questo fine vengono spesso utilizzati nella formulazione oli essenziali di origine vegetale.
  • antimicrobico, antibatterico, antimicotico: il modo migliore di evitare l’insorgere di cattivi odori è quello di combattere alla radice le loro cause. Per questo motivo molti deodoranti contengono sostanze come il triclosan, in grado di bloccare la proliferazione di batteri, enzimi e funghi che provocano i cattivi odori.

Come scegliere il deodorante?

Alcuni deodoranti sono formulati in maniera da svolgere meglio alcune funzioni e adattarsi meglio alle specifiche esigenze dei consumatori. Un deodorante molto assorbente ad esempio sarà in grado di risolvere i problemi di chi ha una sudorazione abbondante, mentre quello dotato di agenti antibatterici e antimicrobici potrà limitare i problemi di chi ha un sudore maleodorante. Anche prendere in considerazione la forma sotto cui si presenta il deodorante è fondamentale al momento della scelta: un deodorante spray è adatto a essere condiviso poiché, non prevedendo il contatto diretto con l’epidermide, limita la possibilità della diffusione di funghi e batteri tra coloro che lo utilizzano; la formulazione in stick è invece molto comoda per spalmare in maniera precisa il deodorante sulla pelle, a patto che sia accuratamente depilata; una formulazione in crema è più rara, ma adatta a chi ha una sudorazione particolarmente abbondante. Le grandi aziende offrono un’ampia varietà di prodotti che grazie a consistenze e formulazioni differenti sono in grado di soddisfare adeguatamente a ogni esigenza: sul sito Neutro Roberts è possibile consultare per ogni prodotto una breve descrizione della sua formulazione e della sua efficacia.