Rende. Quarantenne prende a pugni e schiaffi l’assessore Domenico Ziccarelli

123

Un gesto gravissimo avvenuto ai danni di un amministratore del Cosentino. All’interno del palazzo municipale a Rende è stato picchiato Domenico Ziccarelli. La vittima è assessore all’Ambiente, Attività produttive e Commercio del Comune di Rende. Autore dell’aggressione è un quarantenne che si è recato nell’ufficio di Ziccarelli. Dopo averlo aggredito verbalmente, l’ha anche colpito con pugni e schiaffi. Tempestivo l’intervento dei vigili urbani, che hanno fermato l’aggressore. L’assessore è ricorso alle cure dei sanitari, che lo hanno dimesso con 10 giorni di prognosi. La politica calabrese ha espresso solidarietà all’assessore. Il sindaco Marcello Manna ha condannato l’accaduto. “Ho sempre pensato che la politica può e deve riuscire ad offrire un servizio alla nazione, alla città ad un paese. In questi anni, con i miei assessori, che ringrazio tutti per il loro impegno, dedizione e passione, ho sempre cercato di servire al meglio la mia città. La politica, quella che a me piace, è sempre stata quella dei fatti. Le richieste dei cittadini sono tante”. “A volte – aggiunge il primo cittadino – si riesce ad esaudirle, molte volte la burocrazia rallenta le pratiche amministrative, altre volte, invece, se c’è un no da dire lo abbiamo sempre detto. Con la violenza non si ottiene niente. E quello che è successo all’assessore Domenico Ziccarelli rappresenta l’umiliazione per una comunità. All’interno della Casa comunale si può entrare in ogni momento, ma si deve avere rispetto per l’amministratore che lavora al servizio di una città. Sono vicino a Domenico e a tutti i miei assessori”.