I grillini contro Matteo Salvini: 19 deputati contro il Decreto Sicurezza

Non c’è pace per il Governo. Luigi Di Maio non sembra in grado di dirigere i grillini verso una linea unitaria e ora è a rischio il decreto sicurezza e immigrazione fortemente voluto da Matteo Salvini. Il Movimento 5 Stelle si spacca alla Camera. Ben 19 deputati M5S hanno scritto per email al capogruppo Francesco D’Uva. Vogliono apportare modifiche al testo del dl licenziato dal Senato lo scorso 7 novembre.

Ad anticiparlo è l’Adnkronos. La richiesta è di aprire un tavolo di confronto interno. Rischia quindi di aprirsi un nuovo fronte dopo le tensioni al Senato che hanno visto protagonisti 5 esponenti M5S (Gregorio De Falco, Paola Nugnes, Elena Fattori, Virginia La Mura, Matteo Mantero), i quali si sono rifiutati di partecipare al voto di fiducia al governo sul provvedimento e per questo motivo sono finiti sotto la lente di ingrandimento del collegio dei probiviri.

Il decreto rappresenta una priorità per il governo e in particolare per il ministro dell’Interno Salvini. Il testo viene considerato ‘chiuso’. Non ci sarebbero i tempi per rimandarlo a Palazzo Madama, in caso di modifiche. A questo punto si porrà la questione di fiducia. A rischio è il movimento grillino a picco nei sondaggi e prossimo ad una scissione tra dimaiani e dibattistiani. In più rischia il Governo.

Lascia un commento