Genova. La donna decapitata alla diga non abitava a Begato

Una donna decapitata in via Maritano a Begato. Una macabra visione per gli abitanti del quartiere genovese. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri insieme al medico legale Francesco Ventura e alla polizia.

La vittima ha un’età compresa fra i 30 e i 35 anni. È stata trovata poco distante dall’edificio noto come la “diga”. L’ipotesi più accreditata al momento è quella di una caduta da un piano alto di uno dei palazzi, che affacciano sulla via. Una volta al suolo la donna avrebbe sbattuto il capo contro un muretto o una ringhiera, finendo decapitata.

La vittima è stata identificata. Non viveva in via Maritano dunque si cerca di capire come sia entrata nel palazzo e da dove sia precipitata. Gli inquirenti hanno contattato il marito. Secondo quanto appreso finora avrebbe un passato di problemi psichiatrici. A dare l’allarme sono stati alcuni passanti, che hanno trovato la testa insanguinata sul marciapiedi. Della vicenda si sta occupando il pm Patrizia Petruzziello.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin