Portacomaro. Dario Cellino ha ucciso Marco Massano padre di due figli

E’ sotto choc Portacomaro d’Asti. Nessuno avrebbe mai immaginato che il mobiliere in pensione arrivasse a commettere un omicidio. Sotto choc anche l’ambiente giudiziario piemontese per la morte di Marco Massano.

Dario Cellino, 91 anni, ha sparato due colpi d’arma da fuoco e ucciso  il perito tecnico che si era recato a casa del pensionato per una procedura di pignoramento. Il novantenne, secondo quanto scrive la stampa locale, non aveva pagato un mutuo e il tribunale aveva inviato il geometra Marco Massano per effettuare la perizia.

Una volta arrivato a casa, il novantenne ha estratto la pistola e sparato almeno due colpi. Il geometra del tribunale, ferito gravemente, era stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Asti, ma il tentativo di salvarlo è stato inutile. L’uomo di 44 anni, abitava a Torino. Lascia la moglie e due figli.

Cellino non era seguito da assistenti sociali e non aveva mai dato segni di instabilità. L’omicida è stato arrestato dai Carabinieri. In casa deteneva legalmente diverse armi, tra pistole e fucili.

Lascia un commento