Fetish, Mistress e BDSM: tutto quello che c’è da sapere

Dopo il dilagante successo della saga di Cinquanta sfumature si è fatta nuovamente luce su una serie di pratiche sessuali. Molti dibattiti sono stati aperti tra persone che le demonizzano e altre che le esaltano. Ma di cosa si tratta realmente? Scopriamo insieme con questo articolo dedicato proprio a tutto quello che c’è da sapere sul BSDM.

Il BDSM è una varietà di attività sessuali che vanno dai giochi di ruolo, dalla dominazione e sottomissione, restrizioni e una varietà di altri comportamenti sessuali. Le relazioni mistress-slave variano da altre relazioni sessuali in quanto vi è un partner dominante e uno sottomesso al contrario, in altre relazioni sessuali, non esiste un partner master/mistress e così detti “slave”.

Negli ultimi anni, il BDSM è diventato un termine onnicomprensivo per le attività sessuali tra le parti consenzienti. E’ possibile avvicinarsi a questo mondo anche attraverso siti di annunci fetish e mistress come il più noto Fetish Eros in Italia, scegliendo l’operatore che più si addice al proprio livello di bdsm. Il tempo dedicato a tali attività è comunemente definito “gioco”. Le attività non includono necessariamente la penetrazione sessuale, ma possono verificarsi in una sessione.

All’interno del BDSM vi è un’enfasi sul consenso, che è ciò che separa le attività del BDSM dall’abuso domestico. Tuttavia, un partner può ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento della sessione utilizzando una “safeword” o una comunicazione utilizzata per comunicare all’altro partner che le cose stanno diventando troppo intense.

Una safeword è una parola o una frase scelta dalle parti coinvolte. “No, stop e non farlo” non sono comunemente usati in quanto possono essere usati scherzosamente durante una sessione. Usare “rosso” o “giallo” come safeword è molto più comune. Rosso significa che qualsiasi attività deve fermarsi immediatamente, mentre il giallo significa rallentare.

All’interno del BDSM ci sono diverse sottocategorie tra cui schiavitù e disciplina, dominanza e sottomissione, sadismo e masochismo, fetish master e mistress. Bondage significa legare insieme gli arti del partner mentre si usano le restrizioni. Questo può includere l’uso di manette, corde o catene. La disciplina, d’altra parte, si riferisce al contenimento psicologico o all’utilizzo di punizioni fisiche come la frustata.

Dominanza e sottomissione si riferiscono a rituali che trattano un aspetto più mentale del BDSM, si tratta di dare o ricevere il controllo di un partner rispetto a un altro. Spesso ci sono contratti stipulati in questi tipi di relazioni. I contratti delineano il consenso formale e gli aspetti di come la loro relazione deve essere presentata. Questi contratti, tuttavia, non sono legalmente vincolanti.

Sadismo, masochismo: il “dolore” è in realtà “piacere”

Il sadismo e il masochismo, a volte abbreviati nel sadomasochismo, si riferiscono allo scambio di dolore fisico o emotivo. Il sadismo è il piacere che qualcuno ricava dall’infliggere dolore a un partner. D’altra parte, nel masochismo il partner ottiene piacere dall’essere ferito.

Un mito comune sul BDSM è che si tratta “del dolore”. In realtà, si tratta dello scambio di potere e piacere. I praticanti sottolineano l’importanza della sicurezza e del consenso in BDSM. Ci sono diverse frasi usate come “sicuro, sano e consensuale” o “cosciente consensuale al rischio”. Questi ideali sottolineano che tutti gli aspetti del gioco sono discussi per un consenso veramente informato.

Il BDSM è praticato da tutti i tipi di partner di varie sessualità e disposizioni. La cosa importante da ricordare è di essere aperti al tuo partner su qualsiasi tipo di nodo che vuoi provare e di essere al sicuro.

L’apertura in una relazione è ciò che la rende fiorente. Il BDSM, se praticato in modo sicuro e consensuale, può portare una relazione tra i partner a nuovi livelli di intimità.

BSDM e la demonizzazione sociale

La società e, in gran parte, i media hanno travisato e dipinto queste pratiche come qualcosa di oscuro, violento e disturbato. È un’ingiustizia piuttosto grande per una comunità piena di persone meravigliose, gentili e aperte.

Dobbiamo stare attenti a non incasellare le persone in categorie basate sul singolo sguardo o su una parte della sfera intima di una determinata persona. Tendenzialmente si tratta di pratiche che possono risultare interessanti per determinati tipi di persone intenzionate a cambiare e invertire i ruoli che solitamente ricopre nella vita di tutti i giorni ma anche per qualcuno annoiato dalla solita routine sessuale. La cosa importante da tenere in considerazione è sempre, come spesso avviene quando si parla di queste delicate sfere della vita privata e personale delle persone, a rispettare la libertà altrui.

La propria libertà finisce infatti dove inizia quella dell’altro e, fintanto che le pratiche sono sicure e rispettose dell’altra persona sono praticamente allo stesso livello delle altre pratiche. Si tratta di un alternativo modo di vivere la sessualità e la propria sfera intima ma anche i rapporti con gli altri. Non a caso può avvenire che una persona abituata a comandare voglia cambiare un po’ la rotta e farsi comandare dal partner nelle proprie attività intime e trovarne giovamento non solo sul piano sessuale ma anche psicologico. Insomma, sebbene si discuta spesso di queste pratiche come qualcosa di dark e di pericoloso tutto dipende dal taglio che si intende dare alla pratica.

Lascia un commento